Venezia, senti Sebastiano Esposito: “Colpe non solo mie” | Poi il sogno

Sebastiano Esposito è tornato a parlare della sua esperienza in Serie B nello scorso campionato, dove giocò prima alla Spal e poi al Venezia. Ecco le parole del fenomeno di diciannove anni che ha fatto innamorare il Basilea.

Italia U19: Sebastiano Esposito in campo contro la Slovacchia U19 (foto di Giuseppe Bellini/Getty Images).

Sebastiano Esposito era andato in prestito dall’Inter alla Spal per giocare da titolare e fare esperienza. Nella folta squadra di Marino, però, fece fatica a trovare spazio: come ammise lo stesso tecnico Estense, fu il giocatore a chiedere di chiudere in anticipo il prestito per provare l’avventura al Venezia.

LEGGI ANCHE >>> Niente rinnovo: Venezia ed Empoli pensano al colpo dalla B

LEGGI ANCHE >>> Gianluca Busio, il nuovo talento italo-americano che vuole conquistare Venezia

Anche con i Lagunari l’esperienza non fu positiva, almeno dal punto di vista di Seba: dopo le prime partite da titolare, anche qui iniziò ad cominciare spesso le gare dalla panchina. Guardando all’esperienza in Serie B, è incredibile quello che Esposito sta facendo questa stagione al Basilea: in cinque partite ha realizzato quattro gol ed un assist.

Per tutte le ultime notizie sulla Serie B CLICCA QUI!

Sebastiano Esposito: “Ci vuole fiducia” | Venezia positiva

UEFA Conference League: Sebastiano Esposito e Darian Males festeggiano il primo gol del Basilea contro l’Ujpest (foto di Christian Kaspar-Bartke/Getty Images).

Sebastiano Esposito ricorda comunque con piacere la sua esperienza a Venezia ed alla Spal: non bisogna dimenticare che ha solo diciannove anni, nonostante giochi da professionista da ormai tre anni. Qualcosa, però, non ha funzionato, e ammette: “Sicuramente ho delle colpe, ma non sono il solo“.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Venezia, niente scambio | Doppia smentita

Poi spiega a La Gazzetta dello Sport: “Ho bisogno di sentire fiducia per dare il meglio di me, e qui a Basilea ho un allenatore che parla chiaro e fa ciò che dice“. Insomma, a Esposito piace la meritocrazia, ma anche crescere facendo nuove esperienze. Il Venezia lo porterà sempre nel cuore: ha un tatuaggio che gli ricorda la promozione in Serie A, ma il suo sogno – come ha ammesso – è quello di tornare all’Inter e giocare in nerazzurro.

C.M.

Redazione:
Related Post