Il calcio è fatto di numeri, e l’esonero è sempre dietro l’angolo. Ne sanno qualcosa Caserta, Baldini e tanti altri a rischio addio.

Juve Stabia Caserta
GettyImages

Il calcio è fatto di numeri, e l’esonero è sempre dietro l’angolo. Ne sanno qualcosa Caserta, Baldini e tanti altri a rischio addio. Non è infatti da escludere un vero e proprio ribaltone su varie panchina della Serie B nel corso del week end, con sfide decisive e che possono già dire tanto sulla stagione in corso. Per la Juve Stabia il difficile derby con il Benevento mentre per il Trapani di Baldini c’è la sfida al Cosenza, altro club in bilico fino ad una settimana fa. Non sono escluse anche possibili sorprese, con il Venezia che ha il proprio allenatore, Dionisi, che non è al momento ancorato alla panchina. Anche per l’Empoli potrebbero esserci clamorosi ribaltoni in caso di una pesante sconfitta contro il Pescara, squadra che sta andando a mille in questo campionato.

Leggi anche —> Calciomercato Serie B, quante panchine a rischio: Mandorlini si candida

Calciomercato Serie B, Caserta e tanti altri a rischio. Mandorlini spettatore interessato

Inutile negarlo, per ogni allenatore che va via, ce n’è uno che gioisce. In questo caso Mandorlini potrebbe essere fra questi siccome il tecnico ha da poco rescisso il contratto con la Cremonese ed è alla ricerca di panchina. In questo senso potrebbe quindi proporsi ad uno dei tanti club a rischio, senza dimenticare che fra questi c’è anche il Pisa di Luca D’Angelo. La sconfitta rifilata dal Pescara ha riportato le nubi sopra la panchina dell’allenatore ex Casertana e quindi il suo futuro resta incerto. Il prossimo week end potrebbe dirci tanto.

Per tutte le notizie più importanti della giornata CLICCA QUI!

Infine situazione da tenere sott’occhio anche in casa Cosenza. I calabresi hanno vinto nel posticipo contro la Cremonese, ma i prossimi impegni diranno di più sul futuro di Breda in panchina. Infatti è in programma la delicata sfida con il Trapani da vincere a tutti i costi per uscire dalla zona play out, oltre che poi la difficile trasferta di Ascoli. Due impegni su cui il club dovrà dimostrare grande maturità.

G.S