Calciomercato Serie B, rifiuto a sorpresa | No senza appello

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:14

Il calciomercato estivo è ancora lontano ma i club hanno iniziato da tempo le trattative: clamoroso il rifiuto in Serie B

Serie B Amburgo
Serie B (Getty Images)

Il momento complicato vissuto dal calcio italiano non frena quelle che potrebbero essere le prossime trattative in Serie B, in vista del calciomercato estivo. In tal senso, se da un lato al ripresa del campionato cadetto pare sempre più vicina, dall’altro va registrato un secco e clamoroso rifiuto in vista di giugno.

LEGGI ANCHE >>>Serie B, c’è la data per la ripresa del campionato!

LEGGI ANCHE >>>Calciomercato, il Palermo pesca dal Milan | Primo colpo per la B

Calciomercato Serie B, secco no: il retroscena

Serie B arbitri quattordicesima giornata campionato
Serie B (Getty Images)

Digerito l’addio di Davide Vagnati che da qualche settimana si prepara ad essere il nuovo ds del Torino, la Spal prosegue la sua caccia all’erede. In tal senso, secondo quanto riportato da ‘Trivenetogoal‘, vi sarebbero diversi nomi nel mirino. Piacciono Zamuner e Bonato della Cremonese ma il profilo che maggiormente è stato vicino al club di Ferrara è un altro.

Per tutte le ultime notizie di giornata CLICCA QUI!

Si tratta di Stefano Marchetti. Il direttore sportivo del Cittadella era la pista principale per la successione di Vagnati, con diversi contatti accumulati nelle ultime settimane con la Spal. Il diretto interessato però ha detto un no secco e perentorio al club emiliano, spegnendo di fatti quella che poteva sfociare in una vera e concreta trattativa di mercato.

LEGGI ANCHE >>>SPAL, parla il presidente: “Stop e retrocessione? Faremo ricorso”

Calciomercato Serie B
Marchetti e Moncini (Sito ufficiale Cittadella)

Pare infatti che Marchetti sia convinto di restare dov’è, nonostante le vie del mercato siano infinite, senza possibilità di ripensamento alcuno.

LEGGI ANCHE >>>Salernitana, rebus stipendi | Scontro tra Lotito ed i calciatori

LEGGI ANCHE >>>Coronavirus, la Curva annuncia: “Troppi morti, non torneremo sugli spalti”

S.C