Bari, Luigi De Laurentiis: “Progetto ambizioso. San Nicola nostro per 5 anni”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:48
Bari, Luigi De Laurentiis: "Ecco le tappe del nostro progetto"
Luigi De Laurentiis, Bari (Getty Images)

Il numero uno del Bari, Luigi De Laurentiis, ospite del ‘Social Football Summit’ ha rilasciato alcune dichiarazioni a proposito del progetto del club

Ospite del ‘Social Football Summit’, il presidente del Bari, Luigi De Laurentiis, ha esposto i programmi del club pugliese: “È un progetto molto ambizioso, in poco tempo abbiamo trovato le risorse per ripartire. Siamo partiti dal logo, per poi costruire un percorso di grande identità. Abbiamo aperto i social in una settimana. Pur partendo dalla D, siamo partiti con un investimento molto importante anche per vincere il campionato al primo colpo”. Poi: “Lo stadio è un elemento fondamentale, ora stiamo firmando una convenzione di cinque anni. Puntiamo ad una qualità molto alta: abbiamo reso l’impianto più moderno”.

LEGGI ANCHE >>> Trapani, Baldini in bilico: Mutti in pole position. Le ultime di SerieBnews

A proposito del progetto del club pugliese, il patron ha dichiarato: “Un anno e pochi mesi fa siamo arrivati in corsa ed abbiamo trovato le risorse per fare ripartire una società fallita. Era importante creare un nuovo brand e lo abbiamo fatto partendo dalle basi come aprire i social, trovato una radio ed una televisione per comunicare con i tifosi. I primi mesi eravamo una start up, quindi abbiamo dovuto trovare gli sponsor, le maglie. È stato fatto un processo di internazionalizzazione del brand, come nelle collaborazioni con Dazn. Inoltre andremo alla ricerca di fan esteri, abbiamo creato delle accademie. Importante è anche valorizzare i valori del territorio che sono conosciuti in tutto il mondo. Il nostro obbiettivo finale è di creare un brand internazionale ed ampliarlo”.

Per tutte le ultime notizie sulla Serie B CLICCA QUI!

Luigi De Laurentiis: “Stadio? Nostro per i prossimi 5 anni”

Barei, parla Luigi De Laurentiis: "Ecco le nostre strategie"
Vincenzo Vivarini (Getty Images)

A proposito dello stadio, Luigi De Laurentiis ha dichiarato: “Lo stadio rappresenta sia la città sia la casa del tifoso. Stiamo firmando una convenzione in cui per i prossimi 5 anni potremmo utilizzare lo stadio a pieno. Siamo andati a lavorare in molte aree dello stadio per dargli una veste più moderna. Stiamo istituendo anche una clinica per le visite mediche, abbiamo innovato ogni aspetto sia al livello del food che dal punto di vista del merchandising. Cercheremo di creare anche un hub elettrico allo stadio dove i tifosi green possono ricaricare le auto”. Per quanto riguarda possibili accordi con note piattaforme legate al cinema: “Vedere cosa c’è dietro il calcio può essere una cosa che avvicina i non amanti del calcio e appassiona di più chi lo è. Netflix, Amazon e le altre piattaforme con i loro costi permettono a tutti di entrare in questo mondo. Ho già parlato con Amazon perché mi piacerebbe fare seguire cosa succede nel ritiro di una squadra, oppure capire cosa succede nella vita privata di un calciatore per fidelizzarmi ulteriormente alla squadra ed ai giocatori”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Roma, Riccardi con le valigie in mano? I motivi del possibile addio

Bari, Luigi De Laurentiis parla di strategia interne

Parlando di strategie interne, il numero uno dei pugliesi ha continuato: “Ad oggi la comunicazione è tutto, rappresenta il brand. Oggi si può creare una fatturazione virtuale continua. È una gestione molto delicata perché deve riuscire ad aiutare il brand sia nelle difficoltà che nel momento positivo. Il club è un comunicatore e può costruire un immagine di se. Venendo dal cinema, mio padre è stato uno dei primi a stabiliti i contratti per diritti di immagine. Gestirli è importante perché il giocatore che dichiara sui social qualcosa di sbagliato può essere molto deleterio per il club. Stessa cosa fatta da mio padre la stiamo attuando al Bari”.

LEGGI ANCHE >>> Serie B, UFFICIALE: Var anche nel campionato cadetto. Le date

E poi ancora: “Importantissimo avere CRM, big data sono tutto perché ti permettono di raccogliere dati sui tuoi fan, creare uno spot. Nel futuro potrei creare uno spot ad oc per ogni tifoso, riuscendo a comunicare singolarmente con ogni tifoso. I big data e gli esports saranno importanti così come le docuserie. Andremo probabilmente a costruire dei racconti brevi di pochi minuti in cui anche il calciatore stesso potrà essere il protagonista. Parlando delle ott è bello come laboratorio, ma non si sa dove possono portare. Non sono certo che potranno portare un ricavato stabile oppure anche quel modello passerà”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Trapani, Baldini traballa: scalpita Bisoli

Bari, San Nicola non solo per il calcio: le parole di De Laurentiis

Bari, il San Nicola non solo per il calcio
Bari, tifosi (Getty Images)

Non solo il calcio, a Bari lo sport può essere un’occasione per unire tutti grazie all’impianto del San Nicola. “Quando arrivo al San Nicola  – ha detto Luigi De Laurentiis – vedo sempre persone che fanno footing fuori dallo stadio. Quindi ho pensato di brandizzare i pannelli fuori dallo stadio che aiutino i corridori a vedere quanto stanno correndo, e nel frattempo raccontare un qualcosa del Bari su questi pannelli. Non ci sono limiti per utilizzare lo stadio anche per altri sport”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Serie B, da Pobega a Celar: il punto sui prestiti

“Quest’anno abbiamo fatto un casting dove in un giorno sono arrivate milioni di foto. Da questo casting abbiamo creato un video del Bari, questo proprio per cercare di creare un contatto diretto con il tifoso. Prima quando parlavamo delle serie quello è un modello liberty media, quando sono arrivate in formula 1 (sono appassionato) ed hanno raccontato la storia di Ricciardo a me vedere la sua storia e le reazioni dei genitori quando corre mi hanno fatto diventare un suo fan. Questo per far avvicinare il tifoso a capire chi è il calciatore oltre all’uomo con tatuaggi e belle donne. Parlando di una possibile sfida Napoli-Bari, il presidente conclude: “Abbiamo ancora un campionato di serie c da affrontare, spero il prima possibile”.

M.D.A.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>

Serie B, ESCLUSIVO Bisoli: “Io ossessionato come Conte. Mio figlio? Sembra Tardelli”

Calciomercato Serie B, si pesca in A: l’idea dal Verona