Juve Stabia, UFFICIALE | Il presidente si dimette!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:44

Terremoto in casa Juve Stabia con un comunicato ufficiale pubblicato pochi minuti fa sul sito del club campano: ecco le dimissioni 

Coronavirus
Juve Stabia (Getty Images)

Da pochi minuti è arrivata una nuova brutta notizia per quanto riguarda un club di Serie B. Il presidente Andrea Langella si è dimesso come numero uno della Juve Stabia: “Una scelta difficile, amara, sofferta ma – in questo momento – doverosa: mi dimetto da Presidente della Juve Stabia. Con le mie dimissioni, che seguono quelle di ieri dell’Amministratore, i “dilettanti allo sbaraglio” lasciano il campo al patron Manniello”.

LEGGI ANCHE >>>Coronavirus, UFFICIALE Benevento | L’esito dei test sierologici

LEGGI ANCHE >>>Serie B | C’è la data della ripartenza: le ultime

Juve Stabia, il motivo delle dimissioni del presidente

Juve Stabia langella
Tifosi Juve Stabia (Getty Images

Poi sul comunicato ufficiale si può leggere: “La storia si ripete ed anche lo scrivente, come la miriade di soci che lo hanno preceduto, davanti alle menzogne, alle prevaricazioni, alle degenerazioni dialettiche e strumentali del signor Manniello, si ritira ponendo fine all’immissione di capitali nella Juve Stabia – capitali sottratti alle proprie attività imprenditoriali anche per far fronte al mancato rispetto degli impegni assunti da chi avrebbe dovuto affiancarlo in questo magnifico progetto. Lascio al signor Manniello la libertà di rifinanziare e sostenere le impellenti e improrogabili necessità di risorse economiche che si richiedono ad horas, cui fino ad oggi si è rifiutato di offrire il proprio contributo.

LEGGI ANCHE >>>Calciomercato Empoli, rivoluzione in vista | Tutti i nomi sul piatto

Successivamente lo stesso presidente Langella ha spiegato i motivi delle sue dimissioni: “Avventura che si è trasformata in un incubo per la diversità di approccio imprenditoriale – nonché per le modalità di risoluzione della miriade di impegni quotidiani – oltre che per le divergenze sulla necessità di apporto di capitali alla società per la gestione ordinaria e straordinaria”.

Poi ha aggiunto: “L’incompatibilità e l’inconciliabilità di vedute con il socio Manniello, l’impossibilità di strutturare una società che sia davvero pronta a far parte delle prime 40 squadre del Paese. È palese il rifiuto del rispetto delle deleghe e delle responsabilità (da domani comando io e decido cosa fare…) cui si sommano le notizie false e tendenziose che hanno leso la mia onorabilità e credibilità, giammai messa in dubbio da chicchessia in trenta anni di attività”.

Juve Stabia
Tifosi Juve Stabia (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>>Calciomercato Serie B, in prestito dall’Inter | I dettagli