Allarme Coronavirus, Serie B tra rinvii e porte chiuse | La situazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:59
Coronavirus
Coronavirus (Getty Images)

L’emergenza Coronavirus colpisce anche il mondo della Serie B, partite rinviate o giocate a porte chiuse nel nord Italia: ecco la situazione sui rinvii

Dopo un fine settimana che ha sconvolto il mondo del calcio, a causa della diffusione del Coronavirus anche nel nord Italia, si prendono provvedimenti anche per le prossime gare in programma. La scorsa settimana venne rinviata AscoliCremonese, con la data del recupero ancora da stabilire. Anche questo fine settimana sono molte le partite a rischio rinvio, con anche la possibilità di giocare a porte chiuse. Ben quattro i match sotto osservazione, in attesa di comunicati ufficiali.

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Chievo, assalto dalla Serie A al gioiello | La situazione

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Benevento, Inzaghi esulta | Regalo dall’Inter per la Serie A

Grosseto Magrini
Pallone Serie B (Getty Images)

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato, indiscrezione clamorosa | Clooney compra un club

Allarme Coronavirus, la situazione per la 26° giornata: quattro le partite a rischio

A causa dell’espansione del Coronavirus in Italia, sono ben quattro le partite che rischiano il rinvio in Serie B, o come in Serie A i match potrebbero svolgersi a porte chiuse. EntellaCrotone, VeneziaCosenza, CittadellaCremonese e ChievoLivorno sono le partite a a rischio. Al momento non sono ancora giunte comunicazioni ufficiali, ma la strada dei match giocati senza pubblico sembrerebbe la più probabile. Il direttore generale del Cittadella, Stefano Marchetti ha dichiarato in un’intervista ad ”Il Mattino” che la squadra preferirebbe giocare per dare continuità al buon momento, ma dovranno allinearsi alle disposizioni che verranno date.

Serie B (Getty Images)

L’unica nota rilasciata al momento dal sito ufficiale della Lega Serie B recita: ”A seguito della riunione tenutasi nella giornata di ieri in Figc e dei preavvisati provvedimenti normativi, la Lnpb resta in attesa delle determinazioni delle autorità competenti in ordine alle manifestazioni sportive alle quali si uniformerà”. Situazione quindi ancora da definire, in attesa di comunicati ufficiali la via delle partite a porte chiuse sembrerebbe la più percorribile per non intasare ulteriormente un calendario già fitto.

Potrebbe interessarti anche >>> Perugia, decisione drastica della società: ”Aspettiamo la Lega e poi…”