Ascoli-Cosenza, Braglia ora rischia grosso? La situazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:09

Poteva essere un pomeriggio perfetto quello del Cosenza ad Ascoli ed invece è diventato da incubo per la formazione di Piero Braglia che ora rischia l’esonero

Ascoli Cosenza esonero Braglia
Piero Braglia (Getty Images)

Il Cosenza ha sognato il colpaccio in casa dell’Ascoli. Infatti dopo appena 21 minuti di gioco la formazione rossoblù si è trovata in vantaggio di due gol, grazie alla rete di Emmanuel Rivière e a quella di Mirko Bruccini su calcio di rigore. Tutto o quasi perfetto, visto il risultato che vedeva ancora avanti i calabresi quando al 90′ mancava meno di 20 minuti. Allora difatti il punteggio favorevole per gli ospiti era stato “sporcato” solo dal gol di Nikola Ninkovic al 38′. In quel momento però il Cosenza non aveva ancora fatto i conti con la giornata magica di Gianluca Scamacca. L’attaccante italiano con una rete al 71′ ed una all’88’ ha trasformato il pomeriggio dei tifosi rossoblù da perfetto a spettrale.

LEGGI ANCHE >>> Serie B, Ascoli-Cosenza: formazioni, voti, tabellino e diretta streaming

LEGGI ANCHE >>> Ascoli-Cosenza, Braglia attacca: “Petrone dg? Non ci è stato detto nulla”

Ascoli-Cosenza, sconfitta subita in rimonta fatale per Braglia?

Ascoli Cosenza esonero Braglia
Piero Braglia (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Cosenza, ufficiale il nuovo dg: ecco Luca Petrone

Ancor di più probabilmente per Piero Braglia. L’allenatore della squadra cosentina vede ora la sua panchina pericolosamente traballare. La posizione del suo undici è infatti la diciottesima nel campionato di Serie B, con soli due punti di vantaggio sui fanalini di coda Livorno e Trapani.

Per tutte le ultime notizie sulla Serie B CLICCA QUI!

Inoltre in caso di risultato positivo già stasera potrebbe essere superato dallo Spezia con cui condivide attualmente la piazza. Tutto questo potrebbe indurre il presidente Eugenio Guarascio a guardarsi intorno e a pensare ad un possibile esonero di Braglia.

L.M.P.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>

Calciomercato Cosenza, ufficiale il nuovo dg: ecco Luca Petrone

Ascoli, Padoin: “Cosenza forte in attacco. Caso Da Cruz-Ninkovic non ci ha reso onore”