Reddito di cittadinanza, Conte duro: “Contro la povertà serve di più”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:21

Non basta il reddito di cittadinanza secondo il premier Giuseppe Conte per combattere la povertà: riflettori puntati su un nuovo progetto

Il reddito di cittadinanza pronto a viaggiare di pari passo con un’importante novità per aiutare l’integrazione sociale e combattere la povertà. Per “Inps per tutti” è arrivata anche la benedizione del premier Giuseppe Conte che ha descritto con parole di elogio l’iniziativa varata dalle istituzioni nei confronti dei più bisognosi e delle fasce più deboli della popolazione. Nel corso di un video messaggio inviato in occasione della presentazione del progetto attuato dall’Inps, il Presidente del Consiglio ha descritto così la nuova iniziativa: “Lo scorso anno abbiamo varato il reddito di cittadinanza per contrastare la povertà – afferma Conte – ma non basta: bisogna fare di più, recandosi fisicamente nelle stazioni o nelle mense per aiutare gli invisibili”.

Il premier ha poi spiegato il programma ideato dal Governo ed incentrato sulla tutela dei bisognosi: “Crediamo molto nel sistema welfare e riteniamo che nessuno debba essere lasciato indietro. Non devono essere i poveri a bussare alle porte dell’Inps ma dovranno essere le istituzioni ad intercettare le i bisogni delle persone”.

Per tutte le notizie più importanti della giornata CLICCA QUI!

Conte approva il progetto Inps per combattere la povertà

Insieme al reddito di cittadinanza nasce “Inps per tutti”, un nuovo strumento riconosciuto dal premier Conte per contrastare la povertà, in favore dei bisognosi. Si tratta di un servizio che mira ad avvicinare le istituzioni ai cittadini in difficoltà o vittima di emarginazione sociale in modo da tutelarli con assistenza e previdenza. Il via ufficiale del progetto è previsto per ottobre e le città metropolitane come Roma, Milano, Napoli, Bologna, Torino e Bari sono già pronte ad installare degli infopoint che possano gettare le basi per l’avvio dell’iniziativa. Tutela e previdenza per tutti: questo il monito lanciato dall’Inps che si attiverà per garantire assistenza ai più bisognosi.