Trapani, Baldini rischia l’esonero: due partite per cambiare il futuro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:53

In casa Trapani si pensa, dopo tre sconfitte in tre gare, all’esonero di mister Baldini. A rischio anche la posizione del Ds Rubino

L’inizio del campionato di Serie B da parte del Trapani non è stato certamente come si aspettavano i tifosi e la dirigenza. I granata, allenati dall’esordiente Francesco Baldini, nelle prime tre giornate di campionato hanno subito tre sconfitte siglando una sola rete, senza mostrare alcune trame di gioco e non sono stati in grado di reagire. Dopo la sconfitta contro il Cittadella, la dirigenza dei siciliani si è presa qualche ora di tempo per decidere il futuro del tecnico che si giocherà tutto nelle prossime due gare con Salernitana e Cremonese, nel turno infrasettimanale. La tifoseria invece è divisa sul da farsi; molti vorrebbero subito un cambio in panchina, altri vorrebbero continuare con Baldini nella speranza che qualcosa cambi il prima possibile, anche grazie al rientro di qualche calciatore infortunato.

Trapani, oltre a Baldini rischia l’esonero anche il Ds Rubino

La promozione in Serie B ottenuta lo scorso giugno potrebbe non bastare a Raffaele Rubino per conservare il posto in dirigenza. Lo scorso anno il ds granata ha costruito con pochi soldi una squadra in grado di vincere i play off di Lega Pro, pur essendo stato sollevato dall’incarico a metà stagione dal presidente De Simone. Rubino è tornato in sella in estate, richiamato da Heller. Il nuovo presidente del Trapani gli ha dato mandato di costruire una squadra in grado di dire la sua nel campionato cadetto, anche perché alcuni calciatori promossi in cadetteria con i granata sono tornati al loro club di appartenenza. Rubino ha rispettato le volontà della proprietà, però al momento la squadra non riesce ad esprimere un gioco, proprio per questo potrebbe essere mandato via anche lui che ha scelto i calciatori e l’allenatore.