Giacomo RaspadoriGiacomo Raspadori è uno dei tanti talenti cresciuti nel vivaio del Sassuolo, attaccante classe 2000 che si ispira ad Aguero: età, biografia, carriera

Nel calcio i settori giovanili sono parte fondamentale della crescita dei club. Investire su di essi significa investire sul futuro della società, poichè è dai giovani che arrivano le migliori promesse e le migliori plusvalenze. Una delle squadre più attive in questo settore è il Sassuolo, tanti giocatori sono usciti dalle fila neroverdi. Uno dei più interessanti al momento è Giacomo Raspadori, l’attaccante classe 2000 che si ispira a Sergio Aguero. Scopriamo chi è.

Per tutte le notizie più importanti della giornata CLICCA QUI!

Raspadori, dall’esordio in Serie A con il Sassuolo ad Aguero: scopriamo il millenial del Sassuolo

Giacomo Raspadori nasce a Bentivoglio il 18 Febbraio 2000. La sua esperienza calcistica comincia al Progresso, una società dilettantistica di Bologna. La sua carriera da professionista inizia a Sassuolo, dove si fa tutta la trafila delle giovanili. Il 26 maggio 2019 fa il suo esordio in Serie A nella sconfitta per 3-1 contro l’Atalanta a diciannove anni. Il suo ruolo è quello dell’attaccante, la sua fisicità e la sua agilità ricordano molto Antonio Di Natale, ma il giovane attaccante neroverde in un intervista a World football scouting, ha dichiarato di ispirarsi a Sergio Aguero. La sua presenza in nazionale è ormai costante, dall’esordio in under 16 fino a diventare capitano degli azzurrini under 20. Nell’ultima stagione del campionato primavera ha collezionato 27 presenze segnando 15 gol e servendo 2 assist. Un giocatore che tra le sue caratteristiche ha l’istinto del bomber ed anche l’altruismo per mandare in porta i compagni. Un’altra giovane promessa del vivaio del Sassuolo da tenere d’occhio.

M.D.