Empoli, il vantaggio di avere un Tavano in più

Francesco Ciccio Tavano

Nella corsa alla salvezza nel campionato cadetto c’è una squadra che ha dimostrato di avere qualcosa in più delle altre. Ascoli, Albinoleffe, Nocerina, Vicenza, Gubbio, Modena, Crotone, Juve Stabia all’appello di queste squadre invischiate nella lotta per rimanere in Serie B manca un club che possiede un’arma in più.

Nessuno, con tutto il rispetto dovuto, dei club citati ha un bomber come quello dell’Empoli, nessuno ha Francesco ‘Ciccio’ Tavano.

Anche oggi l’attaccante di Caserta ha dimostrato di poter essere un’arma in più, prendendosi la vetta solitaria della classifica capocannonieri.

Cresciuto tra Nola e Firenze, il bomber approda a Empoli nel 2001 dopo aver giocato col Pisa e il Rondinella.  Nella sua prima avventura con gli azzurri colleziona 142 presenze e 43 goal. Il grande calcio internazionale lo chiama, il Valencia se l’aggiudica per 10 milioni di euro.

Qualche problemino di troppo e un rapporto difficile con Quique Sanchez Flores gli concedono solo 3 gettoni, che lo convincono a tornare in Italia. A Roma la musica non cambia molto, anche se le presenze sono 14 e le reti 2.

Per Tavano è tempo di tornare in provincia e di tornare nella Toscana che ormai l’ha adottato. Nel Livorno 128 presenze e 48 reti oltre la sensazione di essere tornato un vero calciatore.

Quest’estate la decisione romantica di tornare a giocare a Empoli in Serie B. Tanti problemi per la squadra toscana, che vive prima l’esonero di Aglietti e poi la difficile partenza di Pillon. Ciccio Tavano non si è mai arreso però, andando a segno 10 volte in 15 presenze.

Ora guida la classifica capocannonieri e non ha intenzione di fermarsi, perchè la scelta romantica non è svanita: vuole salvare a tutti costi il ‘suo’ Empoli.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta