Serie B, dal Perugia agli allenatori dell’Ascoli | LE DELUSIONI DEL 2020

Il 2020 che sta per volgere al termine è stato un anno ricco di emozioni ma anche delusioni per il campionato di Serie B. Dalla retrocessione del Perugia al flop Cerci, ripercorriamo le delusioni degli ultimi 12 mesi.

Perugia (Getty Images)

Il 2020 è stato un anno da cancellare per il Perugia. La formazione umbra, dopo aver allestito un organico di tutto rispetto nell’estate del 2019, ha concluso lo scorso campionato con una clamorosa retrocessione in terza serie dopo aver perso la finale play-out col Pescara, altra delusione del 2020 anche in virtù della partenza in questa stagione, con Breda subentrato ad Oddo.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Venezia, brilla l’attaccante | La B lo tiene d’occhio

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Chievo, futuro alla Juventus | I dettagli

Ha deluso le aspettative anche l’Empoli che lo scorso anno ha cambiato tre allenatori (Bucchi, Muzzi e Marino) per poi ripartire dal giovane e talentuoso Dionisi. I toscani, tra le compagini più forti sulla carta, hanno appena guadagnato l’accesso ai play-off uscendo subito contro il Chievo.

Per tutte le ultime notizie di giornata CLICCA QUI!

Serie B, le altre delusioni del 2020

Fa riflettere anche la situazione della Cremonese. I grigiorossi, dopo aver allestito una formazione di tutto rispetto, ha lottato a lungo per non retrocedere, chiudendo la regular season in dodicesima posizione. Poteva far meglio anche il Frosinone, appena ottavo in classifica e attardato rispetto a formazioni meno attrezzate come Cittadella e Pordenone.

Cerci Salernitana
Alessio Cerci (Getty Images)

C’è poi il caso della Salernitana di Gian Piero Ventura. La compagine campana ha solo sfiorato l’accesso agli spareggi promozione. Troppo poco per un ex commissario tecnico che inoltre aveva spinto per avere in granata Alessio Cerci, anch’egli protagonista di una stagione deludente che lo ha addirittura portato in Serie C dove oggi gioca con la maglia dell’Arezzo.

Ascoli, quanti cambi in panchina

Emblematica la vicenda dell’Ascoli che nell’arco del 2020 ha cambiato allenatore per ben 7 volte. Sulla panchina dei marchigiani si sono alternati Abascal, Stellone, Dionigi, Bertotto e Rossi arrivando a Sottil.