Calciomercato, retroscena clamoroso: “Accordo con la Juventus!”

D'Agostino
Serie B (Getty Images)

Il retroscena di mercato è clamoroso, ne ha parlato in diretta instagram il diretto interessato: ecco le dichiarazioni di Gaetano D’Agostino

Gaetano D’Agostino, attuale allenatore del Lecco ed ex centrocampista di Roma, Udinese, Fiorentina e Siena (tra le altre), ha rilasciato alcune dichiarazioni a Romanews Web Radio in diretta Instagram. Clamorosa la rivelazione sul possibile passaggio al Real Madrid e alla Juventus: “È stato l’anno in cui feci 11 gol, avevo l’accordo con la Juve ma saltò tutto. Una settimana dopo mi chiama Bronzetti, ero arrabbiato perché con i bianconeri non andò bene. Mi disse: ‘sei pronto ad andare al Real?’ e io risposi di sì e attaccai pensando fosse uno scherzo. Poi mi richiamò e capii. Mi disse che già l’Udinese era a Madrid e iniziai a balbettare, mi venne l’ansia”. Poi ha aggiunto: “La paura era di dover palleggiare davanti alla gente al Bernabeu, non di giocare. Ma poi saltò anche quella trattativa, il mio avvocato ha ancora il biglietto aereo”.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus | Vice-presidente allo scoperto: “Risultato positivo”

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato via libera Inter | Ecco il nuovo Kumbulla

D’Agostino: “Serie C e D motore dei giovani, vanno agevolate”

Il trentasettenne ha parlato poi delle categorie minori, come Serie B, C e altre, e delle conseguenze del coronavirus su di esse: “Si può definire calcio minore, ma le statistiche dicono che solo in Serie D ci sono 4000 e passa dipendenti. Si muovono circa 15000 squadre. Lo stesso in Serie C, è un sistema grande, importante come vivaio e come scarico di quei giocatori che devono ancora raggiungere la maturità. Andando a indebolirsi il sistema calcio di Serie D e C, vuol dire che vanno in difficoltà i giovani. Servono una serie C e D più sostenibili per la valorizzazione degli under”.

Per tutte le ultime notizie sul mercato di Serie B e non solo CLICCA QUI!

“Quest’anno le società percepivano soldi se in 270 minuti giocavi con 3 under fissi in campo – ha continuato D’Agostino – questo condiziona le scelte dell’allenatore, perché deve pensare se sono meglio i soldi o la tattica. Si dovranno rivedere alcune regole, perché i presidenti di Lega Pro e Serie D vanno avanti per amicizie ma non hanno diritti TV e pochi possono andare avanti con i soldi dei biglietti venduti. Serve un’agevolazione da parte della Federazione per poter sostenere le squadre”.

D'Agostino
Gaetano D’Agostino (Getty Images)

A proposito della sua esperienza al Lecco, in Serie C, ha rivelato: “Sta andando bene, oggi il presidente mi ha detto che avrebbe il piacere di farmi rimanere lì. Spero di poter salire a maggio per concludere la trattativa, ma ci sono buoni propositi per rimanere e fare qualcosa di buono il prossimo anno”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Calciomercato, non solo il Brescia | Concorrenza spietata per il figlio d’arte

Calciomercato Salernitana, rinnovo del prestito | Ultima parola ad Inzaghi