L’ex fantasista del Livorno e della Nazionale italiana Alessandro Diamanti va in Australia: vestirà la maglia del Western United di Melbourne

Alessandri Diamanti Australia
Alessandro Diamanti va in Australia (Getty Images)

Alessandro Diamanti va in Australia: a 36 anni non smette di stupire. Il talento toscano lo scorso anno è stato un grande protagonista dell’insperata salvezza del Livorno in Serie B. Ora, svincolatosi dal club labronico, Diamanti ha deciso di intraprendere una nuova avventura. Dopo aver già attraversato il mondo, passando per l’Inghilterra (West Ham e Watford) e arrivando in Cina (al Guangzhou), Diamanti era seguito da alcune squadre di Serie B, ma ha scelto di seguire le orme di un altro illustre ex collega come Alessandro Del Piero e giocherà quindi in Australia. L’ex della Nazionale azzurra ha accettato l’offerta del Western United, club di Melbourne che milita nella A-League, la massima serie del Paese oceanico. Qui ritroverà il greco Panagiotis Konè, che ha avuto come compagno di squadra al Brescia prima e al Bologna poi.

Diamanti in Australia: la carriera di un talento ribelle

La carriera di “Alino” Diamanti (questo il soprannome datogli dai tifosi del Prato, squadra della sua città natale) è stata tutt’altro che banale. Partito dai Dilettanti nella sua Toscana, in pochi anni ha scalato tutte le categorie, arrivando a giocare in Serie A con il Livorno. Le ottime qualità messe in mostra in maglia amaranto gli sono valse la chiamata in Premier League, ma l’esperienza inglese con il West Ham è durata soltanto un anno ed è stato il Brescia a riportare poi Diamanti in Italia. Poi due stagioni e mezza di buon livello a Bologna (che gli sono valse la chiamata in Nazionale agli Europei del 2012), seguite dal trasferimento in Cina al Guangzhou.

Dodici mesi in estremo Oriente sono bastati per far sentire la nostalgia di casa ed ecco la Fiorentina per i successivi 6 mesi. Poi di nuovo la partenza per la seconda esperienza inglese al Watford della famiglia Pozzo. Fallita anche quest’ultima avventura, è cominciata la fase calante della carriera. Due stagioni poco fortunate all’Atalanta e a Palermo, poi il Perugia in Serie B, prima del ritorno al Livorno.