Il Trono di Spade è tornato con forza a illuminare serate e conversazioni di molti. La storia delle casate protagoniste della serie TV potrebbe essere paragonata a quella per la conquista della Serie A

Aleksandar Trajkovski Sandro Tonali palermo brescia serie b
Aleksandar Trajkovski e Sandro Tonali (Getty Images)

In queste ultime ore si è tornato pesantemente a parlare delle vicende relative alla serie TV  de Il Trono di Spade, tornata in onda in quella che sarà la sua ultima stagione. La vicenda alla lotta di potere tra le varie casate per assicurarsi il dominio supremo sul territorio può, in un certo senso, assimilarsi a quella del campionato di Serie B per l’obiettivo promozione. Chi riuscirà a sedersi sul trono della cadetteria, divenendo il re del campionato?

Per tutte le notizie della giornata CLICCA QUI!

Brescia, Lecce e Palermo sono le tre squadre che lotteranno fino alla fine per assicurarsi i primi due posti del campionato di Serie B, garanzia per una promozione diretta nel massimo campionato. Se volessimo paragonare queste squadre alle casate de ‘Il Trono di Spade’.

Serie B, la lotta per la A come quella per Il Trono di Spade: la decidono Brescia, Lecce e Palermo

Il Brescia, primo in campionato con tre punti di vantaggio dalla seconda in classifica, potrebbe essere accomunato alla casata degli Stark, la cui sede è Grande Inverno. Il motto ‘L’inverno sta arrivando’ potrebbe essere modificato in ‘Donnarumma sta arrivando’, vista la grande mole di gol del bomber di Torre Annunziata, autore di 24 gol in 27 gare di campionato.

Il Lecce, attualmente secondo in campionato, è la vera sorpresa di questa stagione. Il suo risorgere dalle ceneri della Serie C può essere accomunato al percorso della casata dei Targaryen, che trova nella regina dei draghi Daenerys il suo personaggio più celebre. Il motto ‘Fuoco e fiamme’ può assimilarsi sia ai colori sociali del club pugliese (giallo e rosso) sia al calore di città e tifoseria.

Terzo in classifica, il Palermo non può non essere accomunato alla casata dei Lannister. Capolista per lunghi tratti di questo campionato, la squadra rosanero sta facendo i conti con una crisi interna, dovuta ai problemi societari. Nonostante questo, la voglia di combattere per la Serie A non accenna a spegnersi. I guerrieri siciliani sanno che la loro tifoseria merita ampiamente la partecipazione in Serie A. Così come ‘I Lannister pagano sempre i propri debiti’ anche i calciatori siciliani sono pronti a ripagare la fiducia della propria tifoseria.

Leggi anche —> La Serie B con il Cesena di Defrel: dai tortelli e il pollo al curry alla dieta-Bisoli

S.D.