Defrel sta trascinando la Sampdoria grazie alle buone prestazioni messe in mostra. Eppure nel suo passato ci sono molti sacrifici, soprattutto alimentari

serie b defrel cesena
Defrel (Getty Images)

Gregoire Defrel sta attraversando un grandissimo periodo di forma con la Sampdoria, con cui ha finora realizzato 9 gol e 4 assist in campionato. Anche nel derby della Lanterna contro il Genoa l’attaccante francese si è reso determinante grazie a un gol e a un rigore guadagnato.

L’ascesa dell’attaccante è cominciata durante il suo periodo al Cesena in Serie B. Con gli emiliani l’allora giovanissimo attaccante dovette stravolgere gran parte delle sue abitudini, anche dal punto di vista alimentare. Il promotore del cambio di vita del francese fu il tecnico Pierpaolo Bisoli: “Con lui – ha dichiarato in passato Defrel – iniziai a mangiare solo pasta in bianco e bresaola”.

La Serie B di Defrel, dall’arrivo al Parma alla dieta a Cesena con Bisoli

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Defrel ha vissuto un’infanzia difficile. Cresciuto nelle banlieue della Francia, prima di entrare nelle giovanili del Parma aveva militato solamente in un club amatoriale di Chatillon. Durante un torneo venne segnalato ai ducali e da lì riuscì ad approdare in Italia. Dopo l’esperienza in prestito al Foggia, Defrel approdò in comproprietà al Cesena. Il francese si presentò alla corte di Bisoli decisamente in sovrappeso: era infatti arrivato a pesare circa 85 kg.

Preso atto delle sue condizioni di forma, Bisoli rivoltò completamente le abitudini alimentari del calciatore. A parlare di questo momento è stato proprio lo stesso Defrel: “Un giorno Bisolì entrò nello spogliatoio e mi chiese cosa mangiassi di solito. Nessuno mi aveva mai insegnato l’importanza dell’alimentazione. Risposi di mangiare tortelli e pollo al curry con le salse, facendo scoppiare a ridere l’intero spogliatoio. Da quel momento mangiai solo bresaola e pasta in bianco”. La dieta-Bisoli funzionò. Da quel momento infatti Defrel tornò in forma e cominciò ad affermarsi con la maglia emiliana, contribuendo anche a conquistare la Serie A.

Leggi anche —> La Spal nel nome dei Petagna: dalla Serie B con nonno Francesco alla A con i gol di Andrea

S.D.