Serie B, ESCLUSIVO Gautieri: “Ecco cosa consiglio a Nesta. Ho avuto varie proposte”

Gautieri Carmine Serie B Perugia Catania Nesta
Gautieri (Getty Images)

L’ex allenatore del Pisa, Carmine Gautieri, ha fatto il punto su alcune situazioni legate alla Serie B e sul suo futuro

La Serie B darà presto il proprio responso su chi riuscirà a ottenere la promozione in Serie A. Di questo e di molto altro ha parlato, in esclusiva ai microfoni di ‘SerieBnews.com‘, Carmine Gautieri, reduce dall’avventura con il Pisa: “Ho voglia e sono pronto a tornare ad allenare, all’interno di un progetto serio”.

La Serie B è un campionato tutt’altro che deciso. C’è una squadra che la ha maggiormente impressionata?
“Bisogna fare i complimenti al Lecce e a Liverani per quello che stanno facendo: oltre ai risultati stanno esprimendo un gioco bellissimo. Lecce è una realtà importante ora. L’allenatore è sempre stato bravo, si diceva già 5-6 anni fa: ha sbagliato qualcosina ed è stato subito etichettato come ancora acerbo. Si diceva da tempo che Liverani fosse bravo, sin dai tempi del Genoa. In Italia c’è poco equilibrio: se uno è bravo oggi deve esserlo anche domani. Chi sta avendo continuità è anche il Cittadella: gioca un bel calcio. Un applauso va fatto anche a Corini, che si merita il primato con il Brescia“.

CLICCA QUI per tutti gli ultimi aggiornamenti sulla Serie B.

Anche il Perugia, sua ex squadra, sta facendo bene con Nesta. Cosa consiglia di fare al tecnico romano, in scadenza a giugno?
“Il Perugia ha la fortuna di avere Roberto Goretti come reponsabile dell’area tecnica: è uno sbaglia poco su calciatori e allenatori. Se Nesta avrà l’opportunità di andare in A è giusto che ci provi e che se la vada a giocare. Quando uno fa bene è giusto che venga premiato. Se invece dovesse rimanere in B, secondo me, dovrebbe continuare con il Perugia. Gli faccio i complimenti: orà dovrà giocarsi l’opportunità di arrivare in A nei playoff”.

Serie B, ESCLUSIVO Gautieri: “Futuro? Ho ricevuto varie offerte, tra cui quella del Catania”

In zona playoff c’è anche il Pescara, altra sua ex squadra. Può farcela ad arrivare in A?
“Ha giocatori importanti e un centrocampo di qualità. Anche in attacco ci sono ottimi elementi. Sta facendo un campionato importante: è partito bene e sta avendo continuità. Se la può giocare. Sono anni che il Pescara mette in campo buone squadre”.

Il suo nome è stato accostato a diverse panchine. La rivedremo a bordo campo l’anno prossimo?
“Quest’anno ho avuto varie proposte: mi sono confrontato ma poi non ci sono state le condizioni giuste. L’ultima squadra a chiamarmi è stata il Catania: a tal proposito ringrazio l’AD Lo Monaco per la disponibilità. Non voglio sbagliare le persone con cui andrò a confrontarmi. So di poter allenare bene perché lo ho dimostrato. Sono pronto anche per la C, in caso di progetto importante. Anche in B ho fatto bene con Livorno, Latina e Lanciano: qualche passaggio negativo c’è stato ma credo di aver dimostrato buone cose. Sono convinto di poter incidere con il mio lavoro. In queste situazione serve trovare le persone giuste che ti permettano di lavorare bene”.

Simone Ducci