Reggina, Gregucci infuriato per l’esonero, ma le statistiche non gli danno ragione

Angelo Gregucci

 

La notizia è passata in secondo piano, ovviamente, dopo la tragedia che ha colpito il povero Piermario Morosini, ma in Serie B c’è stato il 24° esonero stagionale: un record assoluto. Angelo Gregucci è stato esonerato dalla Reggina. Al suo posto, il rientro di Roberto Breda, a sua volta sostituito da Gregucci a metà gennaio.

L’ex tecnico di Lecce e Vicenza, tra le altre, c’è rimasto malissimo per essere stato sollevato dall’incarico e infatti ha commentato così’: ”Quando il Presidente Foti me l’ha comunicato l’ho presa davvero male”. Una decisione che non sembra così clamorosa visto che i risultati e le statistiche parlano chiaro.

Dal suo arrivo alla 1^giornata di ritorno, Gregucci ha una media punti di 1,31, con 13 partite, 4 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte, 19 gol fatti e 20 subiti, a fronte della media di 1,48 in 21 partite, con 8 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte, 34 gol segnati e 24 subiti del precedente tecnico Roberto Breda. Quest’ultimo, se fosse rimasto sulla panchina amaranto e se avesse mantenuto la stessa media punti, avrebbe 50 punti in classifica a fronte dei 48 attuali. Inoltre, Gregucci ha preso la squadra al sesto posto e l’ha lasciata al decimo, con una mezza partita da recuperare, peraltro partendo dallo 0-1 contro il Torino. Sono 8 le lunghezze che deve recuperare la Reggina sul Varese sesto. Quasi un utopia se consideriamo che davanti ci sono anche Sampdoria e Brescia, molto più in forma dei calabresi.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta