Bari, Bellomo da Bari vecchia come il suo idolo Cassano:”Mi ha detto di pensare a giocare e fare gol, non lo dimenticherò mai”

L'esultanza di Nicola Bellomo dopo la splendida rete al Pescara

 

Nicola Bellomo con un gol strepitoso da 35 metri ha regalato la vittoria al suo Bari nella partita col Pescara di sabato scorso ed è l’uomo copertina della squadra di Torrente. Il ragazzo classe ’91 è al suo primo campionato di Serie B, dove sta facendo molto bene, con 11 presenze e due reti e le convocazioni con la B Italia, la Nazionale del campionato cadetto. Nato a Bari vecchia, come un certo Antonio Cassano, Bellomo racconta al quotidiano ‘La Gazzetta dello Sport’ il suo incontro col campione del Milan:”L’ho incrociato una volta per le strade della città e mi ha dato un consiglio che non dimenticherò mai. Mi disse di non fare le cavolate che ha fatto lui e di pensare a giocare e segnare come mi riesce meglio”. Nella sala stampa dello stadio Adriatico, dopo il gran gol da 35 metri, il paragone è immediato:”Può essere che sia stato un gol come quelli di Antonio, mi ispiro molto al suo modo di stare in campo. Gli mando un grosso in bocca al lupo per un suo ritorno immediato in campo e in Nazionale”. Bellomo racconta la dinamica della rete con cui ha battuto Anania:”Ho visto il portiere fuori dai pali e ho provato volutamente il tiro. Sono giocate che non sempre ti escono, sono stato anche fortunato”. Nonostante il bel campionato fin qui disputato, Bellomo non vedeva il campo da un pò:”Non importa, la critica mi ha massacrato un bel pò, ma io non ci penso e mi godo il gol al Pescara che ha regalato la vittoria alla squadra.”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta