Verona, Presidente Martinelli:”Chiedo aiuto ai veri tifosi. Dissociamoci dai nemici dell’Hellas”

Giovanni Martinelli

 

Il Presidente del Verona Giovanni Martinelli ha indetto stamane una conferenza stampa per spiegare la posizione della società riguardo i cori razzisti che stanno penalizzando economicamente la squadra ogni settimana con ammende salatissime. Ecco le parole del Presidente:”Voglio rivolgermi ai tifosi veri della squadra, quelli che vengono allo stadio solo per incitare i giocatori in campo. Bisogna prendere le distanze da questa piccola frangia della tifoseria che ci sta danneggiando economicamente, moralmente ed a livello d’immagine. Voglio collaborazione da parte loro perchè dobbiamo evitare certe sanzioni attraverso l‘esimente (nel linguaggio giuridico è la causa di esclusione della responsabilità penale). Dobbiamo rispettare cinque regole ben precise che possano esentarci da eventuali squalifiche o penalizzazioni del club che potranno avvenire se si protrarranno ancora queste infrazioni. Sarò io il primo ad alzarmi dalla tribuna ad applaudire sopra questi cori razziali per farli zittire. Chiediamo anche alla Lega di fermare la gara, al termine dell’azione in corso, per protestare contro questa gente. Va verificata la fattibilità, ma darebbe un risalto importante alla nostra volontà. Vogliamo fare di tutto per fermare questo malcostume. Certe persone non sanno il danno che creano alla squadra e alla città. Verona non è razzista, ma è questo il messaggio che passa. Ai tifosi chiedo quindi di dissociarsi dai nemici gialloblù. Anche a Torino, vincevamo 3-0, cosa serviva fare quei cori? Godiamoci invece un successo storico. Il Giudice Sportivo avrebbe dovuto farci giocare a porte chiuse col Vicenza, ma per motivi di ordine pubblico si è ripetuta la diffida. Non voglio pensare a penalizzazioni o sconfitte a tavolino. Siamo costretti a dare una svolta, per noi e per il futuro di chi ha ambizioni di Serie A anche a livello individuale”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta