Juve Stabia, Piero Braglia “Mi aspetto un cambio di mentalità rispetto ad Ascoli”

E’ un Piero Braglia a 360° quello che analizza il momento della Juve Stabia in questa fase della stagione. Il tecnico in primo luogo si sofferma sulla sfida del Romeo Menti contro il Torino di sabato. “Spero ci sarà un cambio di mentalità. Occorrerà metterci quella cattiveria agonistica che nella trasferta di Ascoli non si è vista.” Poi pone la sua attenzione sull’obiettivo stagionale delle vespe “A mio avviso la quota salvezza non si è abbassata. Ad oggi sono coinvolte compagini come ad esempio Modena ed Empoli che presentano organici in grado di recuperare rapidamente posizioni in graduatoria. Il nostro compito è quello mantenere la giusta concentrazione nei prossimi match per raggiungere la salvezza quanto prima. Io voglio vedere una squadra che lotta fino all’ultima partita, il posto da titolare non lo regalo a nessuno perché c’è bisogno di gente che combatte per ottenere la permanenza nella cadetteria”. Sull’infortunio patito da Horacio Erpen “E’ un giocatore difficile da sostituire spero torni presto”. Infine sul pubblico questo è il pensiero di Piero Braglia “Avremo bisogno dei tifosi stabiesi fino alla fine. Fino ad ora ci hanno sempre sostenuto e sono sicuro che in queste fasi delicate della stagione non faranno mancare il loro straordinario calore”

Notizie Correlate

Commenta