Brescia, tre allenatori giudicano il portiere recordman Michele Arcari

Michele Arcari

 

Il quotidiano ‘BresciaOggi’ ha interpellato tre allenatori che hanno avuto a che fare col portiere delle ‘rondinelle’ Michele Arcari. Si tratta di Nedo Sonetti e Rolando Maran, avuti proprio a Brescia negli anni scorsi e Giovanni Trainini, avuto alla Cremonese. Comincia Maran:”Ricordo la prima volta che mandai in campo Michele, era una partita col Rimini e il primo portiere Viviano era stato convocato in Nazionale. Ero tranquillo perchè conoscevo il ragazzo dalle parole del preparatore dei portieri Violini, uno dei migliori in Italia per me. La domanda era come mai avesse dovuto fare così tanta gavetta per emergere. Lui ha fatto tanti sacrifici e ce l’ha fatta. Si merita tutto quel record, molto difficile da superare”. Continua Trainini:”Alla Cremonese giocò l’ultima parte di un campionato dove eravamo ormai retrocessi e dove si è dato spazio ai giovani. Divenne titolare nella mia gestione si meritò il posto. Nel corso della mia carriera ho avuto portieri come Antonioli, Castellazzi e Abbiati, anche se era molto giovane e non ho mai pensato che Arcari valesse meno. Michele è un talento incredibilmente reattivo. Un portiere che può giocare in A. In quella categoria ci sono portieri che non hanno niente in più di Arcari”. Infine Sonetti:”Anche quando c’ero io a Brescia lui era il secondo di Viviano, ma era un ragazzo serio e intelligente, sia in campo che fuori. Il record di imbattibilità è senza dubbio merito anche della difesa che lo protegge, ma come ultimo baluardo c’è sempre il portiere e lui è stato determinante’‘.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta