Pescara-Reggina 0-2, ecco le pagelle del recupero di Serie B

Nicolas Viola

Ecco le pagelle di Pescara-Reggina:

Pescara
Anania 5.5: uscite avventate e poca precisione quest’oggi. Nel gol di Bonazzoli ci mette del suo quando la palla impatta sulla traversa.
Zanon 6: prova a salire, mettendo in difficoltà gli esterni amaranto. Buona prova anche per lui.
Capuano 6: la difesa balla, ma perchè la squadra è sbilanciata. Gioca con grande personalità e tenta di rimediare al mancato filtro a centrocampo.
Romagnoli 6: vale il discorso fatto per Capuano, ma i due brancolano nel buio.
Balzano 6.5: la solita qualità sulla corsia sinistra, si conferma in tutte e due le fasi uno dei migliori della cadetteria. Pregevole poi quando spinge sulla corsia, novello Zambrotta, pronto a buttare palle avvelenate in mezzo.
Nielsen sv: sfortunatissimo, prende un colpo da Nielsen dopo 5 minuti ed è costretto a uscire anzi tempo.
(5′ Konè) 6: entra a freddo per sostituire Nielsen, gioca con grande voglia ma poca precisione. Di certo a disagio in un centrocampo che oggi ha traballato.
Togni 5.5: meno solido del solito, meno grinta e muscoli. Stasera non ha giocato al suo livello, giocando una partita davvero mediocre.
Cascione 6.5: la solita grandissima qualità e l’apporto di palle per esterni e attaccanti. Importantissima la sua visione di gioco in mezzo…
Insigne 6.5: polveri bagnate e poca precisione, ma va premiata la grande voglia dimostrata anche sul 2-0 a dieci minuti dalla fine. Ci vorrebbero 11 Insigne.
Immobile 5: non è sempre domenica per il forte attaccante partenopeo, che stasera non riesce a vedere la porta come in altre circostanze. Nella ripresa non sfrutta un grandissimo taglio che si era costruito. Alla fine Zeman lo toglie, anche perchè il ragazzo già ammonito dimostra di essere nervoso.
(70′ Soddimo) sv
Sansovini 5.5: si illumina nella ripresa quando lancia solo, nella ripresa, Immobile verso la porta. Troppo poco per un attaccante che campa di pane e doppiette, giornata no…
(60′ Caprari) 6: mezz’ora non gli basta per cambiare il volto alla partita, ma per dare grande continuità alle sue giocate e per mettere in campo voglia e determinazione. Costretto a uscire per un problema al polso.

All Zeman 5.5: il calcio champagne ha i suoi pro e i suoi contro, oggi il Pescara ha fatto intravedere per lunghi tratti i contro. Soprattutto dopo il gol di Bonazzoli, la voglia di fare gol costringe la squadra a uno sforzo offensivo eccessivo e a praterie sulle corsie esterne. La Reggina ne approfitta e il Pescara va ko.

Reggina
Zandrini 7:
un vero bunker, dal suo arrivo la Reggina ha trovato un vero portiere. Anche sullo 0-0 riesce a blindare il risultato, rendendo la vita impossibile a Immobile e co.
Freddi 6.5: è lui che imposta l’azione, uscendo spesso palla al piede. Il suo arrivo ha dato grande equilibrio alla difesa amaranto.
Emerson 6: parte con un colpo da ko a Nielsen, prosegue la partita sui soliti livelli con grande personalità.
Angella 6: gioca al centro della difesa a tre e lo fa anche con personalità, anche se spesso pecca in rapidità
(63′ Cosenza) 6: entra per Angella e difende con ordine.
D’Alessandro 5: sulla corsia non riesce a dare profondità alla squadra. Mancano i suoi cross all’appello e soprattutto il peso specifico dei suoi polmoni.
(79′ Melara) sv
Castiglia 6: un altro di quelli che quando gli si chiede di correre non si tira mai indietro, buona prova in mezzo al campo anche quando cresce il Pescara.
N.Viola 6: parte forte nel primo tempo, per poi piano piano eclissarsi. Gregucci decide di sostituirlo quando nella ripresa cresce il Pescara, per dare più peso specifico al centrocampo.
(54′ Rizzo) 6.5: muscoli e intensità, inserito da Gregucci nel momento giusto della partita.
Barillà 6: sostanza e quantità al centrocampo amaranto, Gregucci lo lancia titolare perchè sa che può contare su di lui. Il centrocampista lo ripaga con gli interessi.
Rizzato 6: tanta corsa ma poca precisione, in una partita che gli regala molti applausi per il sacrificio regalato alla sua curva.
Ragusa 6.5: corona una prestazione di grande sacrificio con un gol bello e importante. Bravo a infilarsi nello spazio e a giocare tra le linee, va a cercarsi il pallone per attaccare poi l’avversario.
Bonazzoli 6.5: ritorna al gol dopo 100 giorni su azione, ritrova una rete importante. Poco importa che arrivi dopo un rimpallo sulla traversa, l’importante era sbloccarsi e c’è riuscito.

All Gregucci 7: giocare contro il Pescara non è facile, farlo a questi livelli in trasferta è incredibile. Ottima la prestazione dei suoi, la mano del mister si fa sentire.

M.F.

Notizie Correlate

Commenta