Modena, parla l’ex Marco Ballotta:”Se il problema è uno solo, la cosa da fare è semplice…”

Marco Ballotta

 

Il Modena si sta preparando alla sfida contro il Gubbio sempre immerso nelle polemiche fra Cuttone e i giocatori. Una tregua armata per il bene dei canarini, anche se la posizione del mister è sempre più traballante. Il quotidiano ”Il Resto del Carlino Edizione Modena” ha chiesto un parere su questo caso all’ex portiere dei gialloblù Marco Ballotta, il terzo di tutti i tempi in ordine di presenze con il Modena. Ecco il suo pensiero:”Al di là di Cuttone, per cui non ho nulla contro, penso che se il problema è una persona sola, la soluzione sia semplice. Di certo non si possono mandare via tutti i giocatori, quindi…Certo, la situazione è molto delicata, io stesso non mi ci sono mai trovato in tutta la mia carriera. Paradossalmente, la questione è talmente chiara che non ci sarebbe neanche troppo da pensarci…”. L’ex di Inter e Lazio punta il dito contro il DS Pari:”Il Direttore Sportivo si doveva accorgere già da tempo di questa situazione e intervenire quanto prima. Adesso che la cosa è uscita non si può più tornare indietro. Ma, ripeto, 25 giocatori non si possono cambiare”. Ballotta, infine, racconta di un episodio che gli è successo in carriera, ma stavolta a parti ribaltate:”Nella Reggiana c’era un giovane Ancelotti sulla panchina e la società stava pensando di esonerarlo. Siamo saliti noi tutti giocatori in società per chiedere la riconferma del mister e la società ci accontentò. Come è finita? Che Ancelotti ci ha portato in Serie A…”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta