Grosseto-Livorno, le pagelle del posticipo di Serie B

Sforzini

Ecco le pagelle di Grosseto-Livorno:
GROSSETO

Narciso 6.5: prova importante tra i pali, quando viene chiamato in causa risponde con ottime parate
Petras 6: esperienza e grande sicurezza nella giocata, riesce a controllare il diretto avversario.
Padella 5.5: distratto e arruffone, non riesce ad arrivare quasi mai in tempo. Partita difficile da decifrare per lui.
Antei 6: prova di grinta del giovane difensore della Roma, che non ci pensa due volte a salire per provare anche a metterla dentro.
Giallombardo 6: fa il suo onesto lavoro sulla corsia esterna, garantendo anche una spinta importante
Crimi 6.5: grande corsa e dinamismo al centro del campo, garantisce grandissimo equilibrio a questa squadra.
Ronaldo 6.5: grande qualità e piedi importanti per questo giovanissimo ragazzo. Quando la manovra prende velocità il Grosseto decide di passare sempre dalle sue parti, abile a gestire il pallone come pochi.
Consonni 6.5: il capitano storico ci mette grinta, determinazione e grande voglia. Stoico quando torna in difesa per dare una mano, da vero leader.
(63′ P.Zanetti) 6: porta benzina nel motore del Grosseto, in un momento importante della partita.
Caridi 7: bravo a posizionarsi tra le linee, giocando con grande ritmo e qualità. Tira fuori nella ripresa un gioiello di rara bellezza.
Lupoli 5: grande occasione per l’ex talento dell’Arsenal, rimane tra le linee senza mai venirne fuori. Prova opaca e accompagnata da una sufficienza che diventa quasi irritante per chi guarda.
(81′ Gerardi) 6: in dieci minuti uno dei più pericolosi del Grosseto, con due tiri incrociati molto potenti
Sforzini 6: palloni giocabili ne ha avuti davvero poco, giocando però con grande spirito di sacrifico e lì davanti a fare da boa.

All. Viviani 6.5: il suo Grosseto gioca un’ottima prima parte di secondo tempo, portandosi in vantaggio. Ha la colpa, la squadra, di farsi spaventare dall’1-1 del Livorno.
LIVORNO
Bardi 6.5
: dimostra ancora una volta di essere un portiere dalle prospettive interessantissime.
Salviato 5.5: troppa incostanza sulla corsia destra, si fa saltare con facilità e mette così in difficoltà il reparto centrale…
Bernardini 6.5: il migliore della linea difensiva amaranto, guida il reparto con grande sicurezza
Knezevic 6: esperienza e concretezza al servizio del Livorno, per un giocatore di un’altra categoria.
Pieri 5.5: schierato in difesa da Madonna non rende come ci si aspetta da un giocatore così esperto, spesso in ritardo e confusionario
Schiattarella 5: poco propositivo, gioca in fase difensiva senza riuscire a dare verve al gioco amaranto. Rimane impacciato sulla corsia, senza neanche riuscire a gestire la fase difensiva.
(66′ Piccolo) 5.5: 25 minuti davvero troppo anonimi per lui…
Filkor 6: il guerriero del centrocampo amaranto scende in campo con la sciabola tra i denti, giocando una buona prova di coraggio e grinta.
Remedi 6: tanta corsa e buoni piedi per il centrocampista del Livorno, viene sostituito nella ripresa per dare spazio a una punta.
(52′ Paulinho) 5.5: il suo ingresso non regala grandi emozioni, riuscendo a centrare la porta davvero solo una volta.
Belinghieri 6.5: bravissimo a sfruttare una palla che viaggia in area di rigore dopo un tiro di un compagno, gli vale la rete dell’1-1. L’unico in grado di creare qualcosa in uno spento Livorno.
Siligardi 5.5: troppo spesso tra le linee non riesce a giocare palla a terra come solito.
(79′ Lambrughi) sv
Dionisi 5: lontano dalla manovra, tende ad allargarsi quando va palla al piede. Insufficiente.

All. Madonna 6: si adatta con quello che c’è in casa per mettere in campo una formazione accettabile. Non riesce il Livorno a brillare, ma mette grande grinta in campo.

M.F.

Notizie Correlate

Commenta