Serie B Modena, Bergodi:”Contro il Pescara di Zeman sarà la mia partita dei ricordi”

Nel prossimo turno di campionato di Serie B andrà in scena la partita dei ricordi per il mister del Modena Cristiano Bergodi, che giocherà contro una delle sue tre squadre che hanno caratterizzato la sua carriera da calciatore, il Pescara. Ma le suggestioni non finiscono qua. Si perchè proprio l’allenatore degli abruzzesi Zeman, è stato il suo mister nell’altra sua grande esperienza da giocatore, nella Lazio. Ecco le sensazioni del tecnico dei canarini:”Nove anni a Pescara e sette alla Lazio, di cui gli ultimi due con il boemo in panchina. Sarà proprio la ”mia” partita quella di domenica. Sono arrivato in biancoazzurro a 16 anni e ho fatto tutta la trafila delle giovanili fino a debuttare in prima squadra, con il povero Catuzzi allenatore. Ho un ricordo stupendo della città, legato alla mia giovinezza. La squadra era forte, il patron era Scibilia che aveva anche una squadra di ciclismo con grandissimi nomi. Poi tornai alla Lazio, lì dove ero stato fin da bambino e con Zeman facemmo due grandi stagioni. Era una grande squadra quella con giocatori come Marchegiani in porta, un giovane Nesta, Chamot, Cravero, Favalli. Un grande centrocampo, con Di Matteo, Winter, Fuser, e in attacco gente come Boksic, Casiraghi e Signori. E poi l’iimenso Gazza Gascoigne. Non è difficle giocare col modulo del mister boemo, perlomeno per me non lo è stato, è un modulo spregiudicato e le partite contro le sue squadre non sono mai chiuse fino alla fine. Ci voleva molta esercitazione, questo si e molto dispendio di energie. In allenamento si faceva molto ”fondo” e i famosi ”gradoni” erano un marchio di fabbrica. Domenica penso lo saluterò cordialmente, perchè sarà un piacere rivederlo dopo tanti anni, ma poi penserò a batterlo per il bene della mia squadra”.

Notizie Correlate

Commenta