Serie B Piacenza, Presidente Garilli:”Nessun ripensamento”

Dopo la retrocessione in LegaPro, per il Piacenza l’iscrizione al prossimo campionato di Prima Divisione è tutt’altro che scontata perchè il Presidente Garilli, schifato anche dal coinvolgimento di alcuni dei suoi giocatori nello scandalo del calcioscommesse, ha deciso di lasciare e di non ripensarci. E’ sceso in campo nelle ultime ore, anche il sindaco della città Roberto Reggi e ha dato la propria disponibilità, nei tempi e nei modi da lui prescelti, a farsi carico degli oneri pregressi. Chi subentrerà dovrà ricapitalizzare entro 30 giugno e serviranno 5 milioni per l’iscrizione al campionato.

Notizie Correlate

Commenta