Matteo Ruggeri, il promettente terzino che ha già conquistato Gasperini

Chi è Matteo Ruggeri, promettente terzino sinistro di proprietà dell’Atalanta con cui ha già esordito sia in Serie A che in Champions League. Un calciatore perfetto per l’idea di calcio di Gian Piero Gasperini.

Matteo Ruggeri
Matteo Ruggeri (Via Getty)

A novembre prima l’esordio in Champions League contro il Liverpool, poi in Serie A nella sfida con l’Inter. Matteo Ruggeri è uno degli elementi di maggior interesse del vivaio dell’Atalanta, già nel giro della prima squadra con una certa continuità. Nato a San Giovanni Bianco, provincia di Bergamo, l’11 luglio del 2002, Ruggeri è un tipico esterno di fascia mancina, capace di partire dalla propria metà campo e di percorrere più volte tutto l’out mancino più volte in una partita.

LEGGI ANCHE >>>  Monza, giallo Balotelli | Ecco cosa è successo con Brocchi contro la Reggina

Nato in provincia, Matteo Ruggeri è calcisticamente cresciuti nel settore giovanile della Dea, arrivando a vestire anche le maglia della Nazionale italiana Under 19. La scorsa estate, dopo aver vinto il campionato Primavera, ha svolto la preparazione pre-campionato con la prima squadra conquistando Gian Piero Gasperini per dedizione e qualità tecniche. Prima dell’arrivo di Mojica, è stato il principale candidato per il posto di vice Gosens anche se il Gasp gli sta comunque dando la possibilità di giocare in Serie A ed in Champions League.

vido atalanta gasperini
Atalanta, Gasperini (Getty Images)

Chi è Matteo Ruggeri, promettente terzino dell’Atalanta

Esterno sinistro puro, nasce come terzino di una difesa a quattro ma può tranquillamente adattarsi come esterno di centrocampo, anche a cinque, e in caso di necessità come braccetto sinistro di una difesa a tre. In Nazionale va segnalata la partecipazione all’Europeo Under 17 di categoria in Brasile, esperienza finita ai quarti di finale proprio con i pari età verdeoro.

LEGGI ANCHE >>>  Nazionale Under 21, UFFICIALE la lista dei convocati | C’è tanta Serie B

Ormai fisso in prima squadra, dopo l’esordio in Serie A contro l’Inter (schierato dal primo minuto). Matteo Ruggeri dichiarò: “Tutti sognano di essere dove sono io” fu il commento ai microfoni di Sky Sport, sottolineando che “giocare insieme ai ‘grandi’ è un sogno incredibile che si realizza”. Il giovane laterale ha ammesso di essere stato “fortunato ad aver incontrato degli allenatori davvero bravi” i quali gli hanno “insegnato cosa vuol dire diventare ed essere uomo”. Tra questi, c’è sicuramente Gian Piero Gasperini: “Mi ha dato fiducia così come i compagni di squadra, mi stanno trasmettendo tanto sia sotto il profilo tecnico che umano”. 

LEGGI ANCHE >>>  Calciomercato Empoli, Napoli e Juventus su Bajrami | Parla il calciatore

Ruggeri è il classico esempio di talento ben coltivato: “Tutti sognano di giocare a Bergamo, qui credono tantissimo nei giovani, ti insegnano davvero a giocare a calcio” sono state le parole di Ruggeri, il quale ha già dimostrato di essere pronto per un’esperienza da protagonista in prima squadra.