Monza, ESCLUSIVO agente Di Gregorio: “Il primo chiamato da Galliani. Sogno Inter”

Seriebnews.com ha intervistato in esclusiva Carlo Alberto Belloni, agente del portiere del Monza Michele Di Gregorio

Michele Di Gregorio (Foto Buzzi)

Finalmente Di Gregorio. Venerdì il Monza di Brocchi, dato per traballante, ha espugnato il difficile campo del Venezia grazie alle reti di Carlos Augusto e Dany Mota ma anche alle parate decisive del classe ’97 milanese. Incredibile quella sul destro ravvicinato di Forte dopo che aveva già respinto qualche attimo prima il colpo di testa di Ceccaroni. Fino all’altro ieri mai sceso in campo in campionato per ‘colpa’ quasi esclusivamente del Covid-19, che come sappiamo ha purtroppo investito una buona parte della squadra brianzola, Di Gregorio si è subito preso la scena in una gara ‘chiave’ per i brianzoli e il suo allenatore.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Chievo, ESCLUSIVO agente Pucciarelli: “Cerchiamo squadre per gennaio”

Di Gregorio e la super parata sul tiro di Forte (storia Instagram @micheledigregorio22)

“Aspettavamo da parecchio questo momento, siamo contenti – ha esordito in esclusiva ai microfoni di Seriebnews.com Carlo Alberto Belloni, storico agente del 23enne – Già a inizio ottobre sembrava potesse avere la possibilità di debuttare, poi il tampone è rimasto positivo per più di venti giorni. Dopo ha avuto un fastidio alla spalla ed è tornato disponibile in Coppa Italia a fine novembre. Una volta abile e arruolato si aspettava di giocare, lo ha fatto alla grande in una partita complicata compiendo due interventi decisivi. Michele ha voglia di scendere in campo, perché solo giocando si può acquisire ulteriore esperienza, prendere fiducia e consapevolezza. La tensione di una gara la si acquisisce solo così”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, ESCLUSIVO | Gli occhi della B sul difensore goleador

Di Gregorio alla firma con il Monza insieme al suo agente Carlo Alberto Belloni (Foto Instagram @2muchsport)

Monza, agente Di Gregorio a BNEWS: “Il primo contattato da Galliani per la Serie B. Stesso ‘attacco’ alla palla di Julio Cesar”

Di Gregorio è destinato a diventare presto un pilastro della squadra di Brocchi: “La chiamata del Monza, che sapevo avrebbe avuto delle difficoltà iniziali a causa della situazione anomala che stiamo vivendo, è stato il frutto di tre annate importanti, l’ultima a Pordenone in cui ha disputato 38 partite di altissimo livello arrivando fino alla semifinali dei playoff. In tre anni ha cambiato tre preparatori in tre società e tutti e tre mi hanno detto la stessa cosa: ‘questo ragazzo si allena tutti i giorni come un treno‘”.

“Se c’è stata prima del Monza qualche chiamata dalla Serie A o dall’estero? Ci sono state chiacchierate generali con altri club, ma il progetto del Monza è stato accolto subito con favore – ha risposto Belloni – Lui è stato il primo calciatore, tra gli acquisti fatti, che ha contattato Galliani. Michele questo lo ha apprezzato molto, ha scelto un contesto sì di B ma con obiettivi e ambizioni diverse, con la forza di poter perfezionare il suo arrivo quando ancora doveva finire la stagione. Volevano un portiere bravo con i piedi, non a caso tutti dicono che lui ha lo stesso ‘attacco’ alla palla che aveva Julio Cesar. Le due società, alla fine, hanno fatto l’operazione giusta. Il trasferimento al Monza gli ha inoltre dato la possibilità di tornare a vivere a Milano con la sua compagna, avendo un aiuto da mamma e suocera per la gestione del figlio (Marcello, ndr) nato a settembre”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Chievo, ESCLUSIVO agente Pucciarelli: “Cerchiamo squadre per gennaio”

Agente Di Gregorio a BNEWS: “Vuole aiutare il Monza a vincere il campionato. Il sogno è l’Inter, ai nerazzurri non dirà mai di no”

Di Gregorio è al Monza in prestito con diritto di riscatto e controriscatto in favore dell’Inter fissato a 8 milioni di euro. In nerazzurro ci è praticamente cresciuto, per questo uno dei suoi ‘sogni’ sportivi non può che essere difendere un giorno la porta interista. Tra l’altro Marotta e soci stan cercando proprio un erede di Handanovic. “E’ il suo sogno, assolutamente – ha detto Belloni ai microfoni di Seriebnews.com – Sarà una banalità, ma il rinnovo fatto quest’estate con l’Inter fino al giugno 2024 è stata una vera e propria formalità. Si è trattato del quarto prolungamento contrattuale, a 16 anni ci fu il primo. Ma con il club nerazzurro è sempre così, una pratica semplice. Michele all’Inter non dirà mai di no, ci è cresciuto da quando aveva sei anni e gli sono stati sempre vicino. E’ legatissimo a tante persone del settore giovanile, vedi Samaden. E poi dico una cosa, se un club ti rinnova il contratto per altri quattro anni, è perché il percorso che stai compiendo è quello giusto”.

Michele Di Gregorio (Getty Images)

“Ha la forza, la volontà e la testa giusta, per questo è giusto che debba crederci – ha sottolineato Belloni in conclusione – senza però avere fretta perché il portiere è un ruolo delicato, deve perciò arrivare gradualmente. A parte per qualche eccezione come Donnarumma, che io reputo un ‘marziano’, serve un percorso. Handanovic, per esempio, all’età di Di Gregorio non era certo un titolare dell’Inter. La concentrazione di Michele è comunque tutta sul Monza, il suo obiettivo è dare il massimo e possibilmente dare un enorme contributo alla vittoria del campionato”.

Raffaele Amato