Livorno, stop agli allenamenti. E i tifosi rinunciano al rimborso biglietti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:18

L’A.S Livorno annuncia un ulteriore stop agli allenamenti e i tifosi della Curva Nord rinunciano al rimborso dei biglietti per acquistare DPI ai lavoratori.

Tifosi livorno
Tifosi Livorno (Getty Images)

Il ritorno al calcio giocato sembra più lontano del previsto. Di conseguenza, la società A.S Livorno annuncia tramite i canali ufficiali che gli allenamenti della prima squadra sono sospesi fino al 29 marzo a causa del Coronavirus. Questa spiacevole ma inevitabile decisione è stata accompagnata in giornata da una bella iniziativa dei tifosi livornesi.

LEGGI ANCHE >>> Serie B, Sibilia pessimista: “Campionati? Un miracolo se…”

tifosi del livorno
Tifosi del Livorno ©Getty Images

Livorno, i tifosi rinunciano ai soldi del biglietto: “Difendiamo la città!”

I tifosi del Livorno rinunciano al rimborso dei biglietti del Derby toscano di Serie B tra Pisa-Livorno, giocato a porte chiuse il 7 marzo, per donare il ricavato alle aziende della città. La tifoseria donerebbe i soldi per l’acquisto di guanti e mascherine, ossia i dispositivi di protezione individuale, ai lavoratori che hanno segnalato la mancanza di questi materiali, tra cui operatori sanitari degli ospedali di Livorno. La Curva Nord del Pisa ha annunciato che il rimborso dei biglietti della stessa partita verranno devoluti alla ricerca. E dunque, di risposta, i tifosi della Curva Nord della squadra amaranto hanno pensato di aiutare i cittadini a contrastare l’emergenza coronavirus.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Livorno, problemi nella cessione: manca ancora qualcosa

Sul profilo ufficiale di Facebook della Curva Nord è apparso un comunicato di cui noi riportiamo un estratto: “Leggendo alcuni post abbiamo raccolto l’appello di un nostro storico tifoso Lenny Bottai,il quale, a seguito di diverse lettere personali riguardanti lavoratori preoccupati, e ultimamente addirittura anche licenziati per essersi rifiutati di lavorare senza DPI come accaduto all’ospedale e segnalato da Usb Livorno, ci ha proposto di utilizzare i rimborsi per acquistare come Curva i DPI e donarli alle aziende di Livorno alle quali i lavoratori ci segnalano carenze, equamente”.

Curva del Livorno
Curva dei tifosi del Livorno (Getty Images)

“L’idea ci è parsa ottimale per dimostrare che la Curva in questo momento è vicina alla città,[…]” E poi la chiusura del comunicato: “Questa è la nostra città, e la difenderemo. Dimostriamolo, non è solo un coro”.

Potrebbe interessarti anche >>> Serie B, ESCLUSIVO Vulpis: “Dopo il coronavirus, il calcio non sarà più lo stesso”

L.Z.