Lecce, agguato dei tifosi del Bari verso Roma | Paura e pullman in fiamme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:54

Scontri e pullman in fiamme nel bel mezzo di un’autostrada stamani tra tifosi di Bari e Lecce in direzione Roma: il bilancio di una mattinata di follia

Lecce tifosi scontri Bari Roma pullman fiamme autostrada Cerignola
Tifosi Lecce (Getty Images)

In mattinata scontri tra tifosi del Bari e del Lecce all’interno dell’autostrada A16 tra Cerignola e Candela, in provincia di Foggia. Al termine di essi il bilancio è stato di tre furgoncini distrutti dei sostenitori leccesi. Tra questi uno in fiamme e per fortuna nessun ferito. Tutto sarebbe nato dall’incontro casuale tra le due tifoserie. Un pullman che trasportava circa 200 tifosi biancorossi, che si stata dirigendo a Castellamare di Stabia per assistere alla gara contro la Cavese, avrebbe forato una ruota, perso il controllo quindi rimasto fermo sulla carreggiata bloccando lo scorrimento delle altre vetture.

LEGGI ANCHE >>> DIRETTA Serie B, 25/a giornata: risultati, tabellini e classifica

LEGGI ANCHE >>> Serie B, Salernitana-Livorno: formazioni, voti, tabellino e diretta streaming

Cerignola, scontri in autostrada tra tifosi di Bari e Lecce: tre furgoncini distrutti

LEGGI ANCHE >>> Serie B, Pordenone-Chievo: formazioni, voti, tabellino e diretta streaming

Sarebbe stato allora che i tifosi del Bari, scendendo dal mezzo, avrebbero individuato alcuni furgoncini con all’interno sostenitori del Lecce alle loro spalle che erano diretti verso la Capitale per vedere il match contro la Roma all’Olimpico.

Per tutte le ultime notizie sulla Serie B CLICCA QUI!

A quel punto li avrebbero bloccati e, dopo diversi scontri, avrebbero distrutto tre vetture e dato fuoco ad una quarta grazie a delle torce di cui erano muniti.

Lecce tifosi scontri Bari Roma pullman fiamme autostrada Cerignola
Tifosi Lecce (Getty Images)

Sul posto vi è stato il pronto intervento di vigili del fuoco per spegnere l’incendio e di agenti delle forze dell’ordine per riportare il tutto alla calma.

Scontri tra tifosi di Bari e Lecce: il comunicato delle due squadre

A seguiti degli scontri di stamani il Bari ha diramato un comunicato: “SSC Bari intende esprimere la più ferma condanna per quanto accaduto quest’oggi sul tratto autostradale che collega la Puglia alla Campania. Ogni forma di violenza è da condannare nel modo più assoluto; sono episodi che non hanno nulla a che vedere con i valori che la Società biancorossa e la città di Bari hanno da sempre promosso e sostenuto. Questi episodi sono da condannare in maniera netta e categorica. Coloro i quali si sono resi protagonisti di azioni così vili e violente, niente hanno a che fare con la civiltà e la sportività della maggior parte della tifoseria barese. In attesa che le autorità competenti facciano piena luce su quanto effettivamente accaduto, la Società esprime tutta la propria solidarietà all’US Lecce e ai suoi tifosi, unitamente agli auguri di una pronta e completa guarigione agli eventuali feriti“.

Anche il Lecce ha pubblicato una nota sul suo sito ufficiale: “L’U.S. Lecce esprime la propria vicinanza ai tifosi giallorossi, vittime di un vile agguato, avvenuto in tarda mattinata, nel tragitto per raggiungere la Capitale e assistere alla gara di campionato Roma – Lecce. La carovana dei mezzi dei sostenitori giallorossi, partita da Lecce, è stata bloccata sull’autostrada all’altezza di Cerignola dove alcuni veicoli sono stati danneggiati e uno di questi dato alle fiamme. In un momento in cui il Paese sta attraversando una emergenza sanitaria di portata storica, si prende atto con sgomento, che ci sono individui che preferiscono concentrarsi su azioni delittuose, a danno di altre persone, prendendo di mira tutti indiscriminatamente. L’U.S. Lecce, nel condannare fermamente ogni forma di violenza, ripone la massima fiducia nel lavoro delle Autorità competenti, in attesa che sia fatta piena chiarezza sull’accaduto“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>

Calciomercato Ascoli, UFFICIALE Sankoh | I dettagli del contratto

Calciomercato Serie B, possibile ritorno in A per il bomber!