Riccardo Piscitelli, portiere: età, carriera, caratteristiche tecniche e social

Riccardo Piscitelli
Piscitelli (Foto Instagram)

Andiamo a conoscere da vicino il portiere del Carpi, arrivato a dicembre: Riccardo Piscitelli. Scopriamone vita, carriera e caratteristiche tecniche

Negli ultimi mesi in Serie B si è battuta con frequenza la strada del calciomercato degli svincolati, sia per rimpinguare la rosa che per correre ai ripari e trovare un titolare. Uno di questi rinforzi è stato Riccardo Piscitelli, portiere classe ’93 attualmente in forza al Carpi: scopriamo l’estremo difensore dei biancorossi attraverso carriera, caratteristiche e social.

Riccardo Piscitelli nasce a Vimercate il 10 ottobre del 1993 e comincia la sua carriera calcistica con la maglia del Milan. Nelle giovanili rossonere compie tutta la trafila e si afferma come uno dei migliori talenti della Primavera di Aldo Dolcetti. E lo fa giocando da titolare al fianco di gente come Petagna, Cristante, Ganz e Valoti. L’anno prima, nel 2010-11, invece, faceva la spola con l’Under 19 e la Primavera allenata da Giovanni Stroppa. Il Milan, poi, per farlo crescere decide di mandarlo in prestito alla Carrarese in Lega Pro, dove ha l’occasione di giocare con più continuità nel calcio dei professionisti, prendendo spunto anche dai consigli dell’ex Lazio Stephen Makinwa, oltre a maturare accanto a un talento cristallino come Ciciretti. Una stagione che gli ha permesso di diventare il portiere titolare dell’Under 20 e affermarsi come uno dei migliori prospetti del panorama giovanile.

Per tutte le ultime notizie sulla Serie B CLICCA QUI

Il Milan, però, nell’estate del 2013 sceglie di non puntarci e lo gira al Benevento. Con i campani vive tutta l’incredibile cavalcata che li porta dalla Lega Pro alla Serie A, ma senza praticamente essere mai protagonista. Colleziona appena 31 presenze in 3 anni, anche e soprattutto a causa dei numerosi infortuni che lo hanno spesso bloccato ai box. In Serie B e Serie A non mette mai piede in campo (gioca solo con la Primavera da fuori quota) e nel luglio 2018 si svincola dalle ‘Streghe’. A dicembre, infine, la firma fino a fine stagione con il Carpi. La squadra allenata da Castori, infatti, era stata costretta a correre ai ripari a causa delle assenze di Colombi (squalificato per due giornate) e di Serraiocco (infortunato). Viene provinato dal preparatore Foti ed entra immediatamente in squadra, esordendo contro il Pescara e giocando anche con la Salernitana. Poi nel 2019 il ritorno tra i pali di Colombi, che però a febbraio riporta una frattura alla mano. Un infortunio importante, che dà a Piscitelli l’occasione di rimettersi in mostra: il classe ’93, che nel frattempo ha tolto il posto da secondo a Serraiocco, contro il Padova ha giocato la sua decima partita consecutiva. E proprio nel match salvezza con i biancoscudati si è reso assoluto protagonista ed eroe di giornata, con una prestazione straordinaria che ha permesso ai biancorossi di rimontare e portare a casa tre punti insperati.

Riccardo Piscitelli, centrocampista: vita privata e social

Riccardo Piscitelli, come molti ragazzi della sua età, ha molta dimestichezza con il mondo social. Gli piace sfidarsi, superare i propri limiti e condividere i suoi progressi con web. Il suo profilo Instagram è costellato di video in allenamento, degli esercizi che effettua con i preparatori con la speranza che servano magari di ispirazione ai suoi quasi 35mila followers.