Serie B, Christian Manfredini sul campionato cadetto: dal Brescia al Cosenza di Corini

Serie B, Christian Manfredini sul campionato cadetto: dal Brescia al Cosenza di Corini
Christian Manfredini @ Getty Images

L’ex calciatore di Cosenza e Chievo, tra le altre, ha parlato del campionato di Serie B e della lotta per la promozione in Serie A

Stasera si chiuderà la trentunesima giornata del campionato di Serie B con i posticipi Lecce-Cosenza e Pescara-Palermo. Nel frattempo, ieri sera il Brescia ha pareggiato sul campo del Verona di Fabio Grosso. Di questo, e di altro, ha parlato Christian Manfredini, ex calciatore che ha calcato i campi della serie cadetta con le maglie di Cosenza e Genoa nelle stagioni 1998/1999 e 1999/2000. CLICCA QUI per tutti gli ultimi aggiornamenti.

“La prima cosa che voglio dire sul campionato di Serie B è che lo trovo troppo lungo, massacrante – le parole di Manfredini a SerieBnews.com – Soprattutto negli anni passati, quando le squadre iscritte erano ventidue o ventiquattro. Per vincerlo, oltre alle qualità tecniche, c’è bisogno di una rosa ampia. Seconodo me, va rivista la formula. A prescindere da questo, sono molto contento per il Brescia del mio amico Eugenio Corini. A meno di clamorosi colpi di scena, sarà promosso in Serie A. Così come il Palermo di Stellone, una piazza che merita di tornare in alto. Infine, una battuta sul Cosenza, squadra che mi ha fatto esordire in Serie B: credo che si salverà senza problemi, se lo merita”.