Per Foschi il Palermo non ha bisogno di rinforzi sul calciomercato, ma gli infortuni dicono il contrario

Rino Foschi Palermo
Rino Foschi (Getty Images)

Il Palermo non vuole muoversi sul calciomercato, ma le condizioni di Rajkovic, Mazzotta e Nestorovski non lasciano tranquilli: per non rischiare la Serie A serve qualche colpo

Non voglio toccare niente, né in entrata né in uscita. Sogno di restare così come siamo ora”. Le parole di Rino Foschi non lasciano spazio a repliche, ma negli ultimi giorni a parlare è stato il campo. Il ko contro la Salernitana, nonostante sia stato appena il secondo in stagione, è un campanello d’allarme che il ds rosanero dovrebbe ascoltare. Stellone deve fare i conti con due defezioni importanti in difesa, come Rajkovic e Mazzotta che non danno garanzie fisiche, e il solo Bellusci non può bastare al centro dopo la cessione di Struna. Anche sugli esterni Aleesami offre prestazioni altalenanti e su Rispoli ci sono le sirene della Serie A (ed entrambi sono in scadenza). A questo si aggiungono i problemi muscolari che hanno tenuto fuori Nestorovski. Per non rischiare un calo nei prossimi mesi che metta a rischio la promozione, Foschi dovrebbe prendere in considerazione l’idea di qualche colpo.

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Calciomercato Palermo, servono rinforzi: piace Paganini e Tumminello

Uno dei nomi che da tempo è nei radar di Roberto Stellone è senza dubbio Luca Paganini del Frosinone. L’agente del giocatore ha ammesso l’interesse del tecnico del Palermo, ma ci sono anche le incognite legate alle sue condizioni in seguito all’operazione al menisco. I ciociari potrebbero aver bisogno di lui nella corsa salvezza, anche se il Palermo non mollerà la presa. Al centro difficilmente il Lecce si priverà di Lucioni, cercato dal Sassuolo, ma sarebbe sicuramente un innesto top per il Palermo. In avanti occorrono certezze, nel caso Nestorovski dovesse nuovamente fermarsi a lungo. Anche perché le altre non stanno a guardare: il Venezia ha preso Rossi e Lombardi dalla Lazio, il Lecce vuole Pucciarelli e Tumminello. Per il giovane attaccante scuola Roma c’è la fila, strapparlo alla concorrenza sarebbe un colpo da maestro. Per il centrocampo, invece, si è fatto il nome di Matteo Ricci della Salernitana, che intanto ha ripreso Minala. In uscita dal Sassuolo c’è Scamacca, che accanto al bomber macedone potrebbe crescere in maniera esponenziale. Dalla Serie A le altre occasioni rispondono ai nomi di Fabio Ceravolo e Daniel Ciofani. Due certezze che lascerebbero Stellone decisamente più tranquillo.

Palermo, Richardson apre il calciomercato ma Foschi lo chiude: è caos rosanero

In tutto questo continua a regnare il disordine in casa Palermo, soprattutto per quanto riguarda il calciomercato e i ruoli all’interno della società. Pochi giorni fa Clive Richardson, nuovo proprietario dei rosanero, aveva comunicato l’inserimento nei quadri dirigenziali di Dean Holdsworth e Jake Lee come “direttori delle operazioni calcistiche”, nella speranza di “annunciare il primo acquisto nelle prossime 48 ore”. Al patron dei siciliani hanno fatto eco le parole dello stesso Lee: “Pronti per una finestra di mercato produttiva”. Con buona pace del direttore dell’area tecnica Rino Foschi, che però non ha fatto attendere la sua reazione: “Non ci sto capendo più niente, alla mia carriera mancava un finale del genere ma può darsi che qualcuno voglia allontanarmi da Palermo”. Salvo poi far rientrare il caso: “C’è stato un fraintendimento, non è successo niente. Il mercato lo farò io, ma il mio sogno è quello di non toccare niente in entrata come in uscita”.