Calciomercato Serie B, tanti affari a basso prezzo per gennaio e per giugno

Calciomercato Palermo Rispoli scadenza contratto 2019 Haas Usain Bolt
Andrea Rispoli @ Getty Images

Tanti giocatori in scadenza e non solo: quante occasioni dalla serie cadetta

Palermo e Crotone le più a rischio. Nonostante siano agli antipodi (o quasi) della classifica, sono i siciliani e i calabresi ad avere il maggior numero di giocatori in scadenza a giugno. Sono quindi loro i club che più rischiano di perdere preziose pedine a gennaio o in estate, in caso di mancato rinnovo. Con Aleesami e Rispoli che ancora non hanno rinnovato il contratto, il Palermo potrebbe ritrovarsi senza due importanti elementi per la prossima stagione. Il direttore Foschi ha sottolineato come i due potrebbero anche partire gratis. Ma oltre a loro c’è il centrocampista Mato Jajalo in scadenza e il nazionale bosniaco potrebbe essere un affare interessante a costo zero per tanti club, anche di Serie A.

Pure in casa Crotone però ci sono alcune grane. Tra i giocatori vicino all’addio ci sono Simy, Barberis e Rohden. Il nigeriano piace al Lecce, ma non è escluso che qualche club di Serie A possa tentare l’affondo, soprattutto per uno dei due centrocampisti. Non hanno il contratto in scadenza, ma potrebbero lasciare la Calabria sia Nalini che Martella. Il centrocampista piace molto al Pescara, mentre il difensore è stato seguito molto dai club di A in passato. Dal Torino al Chievo, ma ora sembra il Perugia in pole position.

Ha disputato al momento dieci partite, ma il centrocampista centrale Giulio Maggiore potrebbe definitivamente fare il salto in Serie A. 20 anni, un futuro tutto da scrivere: Torino, Sampdoria e Sassuolo potrebbero farci più di un pensiero, ma lo Spezia si è cautelato blindandolo per cinque stagioni. Così come alcune società potrebbero puntare ad Andrea Schenetti, che a Cittadella si sta dimostrando un elemento prezioso e che ancora non ha rinnovato il proprio contratto. Niente costo zero, ma Francesco Di Mariano, vero e proprio stakanovista al Venezia, potrebbe invece rivelarsi un affare vista la grande stagione in laguna.