Luigi Di Maio, Giuseppe Conte, Matteo Salvini (Getty Images)

Ieri la giornata si è chiusa con lo spread in calo e le borse in rialzo: oggi la situazione si è capovolta.

Sembrava che la bocciatura UE alla Manovra italiana non avesse creato danni, anzi, subito dopo la notizia della mancata approvazione europea, le borse hanno cominciato a crescere e lo spread è calato. Milano, Londra e Francoforte avevano recuperato circa un punto percentuale. Lo spread era in calo, sceso a 315 punti base, con il rendimento dei nostri decennali al 3 e 50%. Oggi la situazione è normalmente stravolta: si conferma la correlazione negativa con il differenziale di rendimento dei titoli tedeschi, il famigerato spread, in rialzo a 316,6 punti. Il decennale italiano fa segnare però un rialzo del rendimento al 3,53% (+1,15 in termini percentuali). La Borsa di Milano ha chiuso cedendo lo 0,9%.

Manovra e UE: oggi Conte incontra la Camera

In previsione di quello che potrebbe accadere c’è bisogno di un’azione coordinata di tutte le forze politiche italiane. Il vicepremier Di Maio non sembra molto preoccupato, perché è convinto che “sia noi sia l’Europa vogliamo la stessa cosa, ridurre il debito”, mentre il leader leghista Salvini provoca i “grafomani europei che passano il tempo a scrivere letterine”. Oggi pomeriggio, alle 17, il presidente Conte discuterà con la Camera a proposito delle prossime mosse, poi sabato incontrerà il presidente della commissione Ue Junker per spiegargli la Manovra nei dettagli.

Alessandra Curcio