Sandro Tonali
Sandro Tonali (Getty Images)

Sandro Tonali è nel mirino di tutte le big italiane: la situazione è molto complessa, ma intanto il Brescia ha fissato il prezzo per cederlo

CALCIOMERCATO TONALI / Tutte le big italiane vogliono Sandro Tonali. Così il presidente Cellino, vero osso duro sul calciomercato, se lo tiene stretto e prova a resistere almeno fino alla prossima estate. Sarà infatti arduo per Napoli, Inter, Juve e Roma strappare il talento del Brescia a gennaio, durante la prossima finestra di trattative. Soprannominato il ‘Nuovo Pirlo‘ per le sue qualità tecniche, il giovane centrocampista ora è anche in odore di una convocazione dall’Italia dei ‘grandi’, quella di Roberto Mancini: un ulteriore step in grado di alimentare le voci, sempre più insistenti, sul suo futuro. Roseo, senza dubbio, perché parliamo di uno dei 2000 più quotati in Europa al momento. Resta da capire quale squadra potrà accaparrarsi le prestazioni di questo giovane talento, la cui valutazione cresce a vista d’occhio.

Calciomercato Brescia, Cellino fissa il prezzo di Tonali

La prima società a monitorare Tonali, un anno fa, è stata la Roma. A seguire sono arrivate Juve, Inter e Napoli. Piace a tutte le nostre big, ma non è escluso che si possa creare un nuovo ‘caso Verratti’ con l’inserimento di uno di quei top club europei che hanno disponibilità economiche fuori portata per qualsiasi società italiana. L’ostacolo, specialmente per le società nostrane, resta il prezzo di 25 milioni di euro, una cifra che le varie corteggiatrici cercano di abbassare con l’inserimento di alcune contropartite tecniche. Il club azzurro ha però un altro piano: prenotarlo a gennaio e lasciarlo in prestito a Brescia altri sei mesi. Un’operazione che ricalcherebbe un po’ quella di Marek Hamsik, comprato dal Brescia non ancora 20enne e poi valorizzato fino a diventare l’uomo con più presenze nella storia in maglia azzurra. Certo che se il Napoli prendesse Tonali già dal prossimo anno avrebbe ottime possibilità di fargli frantumare anche quel record.