Sandro Tonali
Sandro Tonali (Getty Images)

Conosciamo meglio Sandro Tonali, centrocampista del Brescia classe 2000 da molti considerato come il futuro del calcio italiano. La carriera, la vita privata e i possibili profili social

La stagione di Serie B appena iniziata è probabilmente quella della consacrazione a livello nazionale per Sandro Tonali, calciatore del Brescia. Considerato da sempre una delle più grandi promesse ‘millennial’ del nostro calcio, Tonali sta mettendo finalmente in mostra tutte le qualità che lo hanno reso così quotato presso gli esperti di calcio giovanile. Da anni chi si occupa di giovani talenti ormai identifica Tonali come “nuovo Pirlo”. E in realtà, prima ancora del pubblico, se ne sono accorti gli osservatori delle principali società di Serie A, fra cui il Milan, che lo hanno già messo nel mirino e che probabilmente se lo contenderanno a suon di milioni a partire dalla prossima estate. Ma tracciamo un profilo di Sandro Tonali, le caratteristiche tecniche, la biografia e qualche curiosità sulla sua vita privata.

Sandro Tonali, centrocampista: biografia, caratteristiche tecniche e calciomercato

Sandro Tonali
Sandro Tonali (Getty Images)

Sandro Tonali è nato a Lodi l’8 maggio del 2000. Nato calcisticamente nel Brescia, è cresciuto nella società lombarda che gli ha fatto fare tutta la trafila giovanile prima di lanciarlo in prima squadra. Talento precoce e cristallino, già fin da ragazzino ha fatto parte di tutte le selezioni giovanili della Nazionale italiana e ha guidato per un paio d’anni anche la Nazionale Under 19, con la sua sapiente regia, fino ad affacciarsi già all’Under 21 nonostante la giovanissima età. Protagonista nella Primavera delle ‘Rondinelle’, l’atteso esordio in Serie B avviene il 26 agosto 2017, a 17 anni compiuti, nella sfida di campionato contro l’Avellino. Da lì in poi per lui 19 presenze lo scorso anno, mentre in questa stagione sembra essere un titolare inamovibile e ha già regalato un assist nella sfida contro il Crotone.

Le caratteristiche fisiche e tecniche di Tonali, lo si capisce già dai paragoni pesanti che gli vengono affibbiati, sono quelle di un regista dagli ottimi fondamentali tecnici. Destro naturale, ma bravo con entrambi i piedi, ha un ottimo calcio sia sul corto che sul lungo. Capello lungo “alla Pirlo”, appunto, ha una buona struttura fisica ma sembra ancora acerbo dal punto di vista muscolare. Può giocare play basso in un centrocampo a tre o mediano davanti alla difesa, viste le buone doti di interdizione.

Di Tonali si parla molto anche in sede di calciomercato. Il rendimento del 18enne, infatti, non è passato inosservato agli occhi delle big di Serie A e non solo: oltre a Inter, Milan, Roma e Juventus, anche il Chelsea di Maurizio Sarri ha messo nel mirino il giovane centrocampista. E il Brescia gongola.

Sandro Tonali, leadership, vita privata e social

Sandro Tonali
Sandro Tonali (Getty Images)

A guardarlo giocare, Tonali sembra avere già delle ottime capacità di familiarizzare con i compagni di squadra e a guidarli in campo. Di fatto è ancora un adolescente, non si conosce molto della sua vita privata. A guardare un po’ sui social, ci sono alcuni profili non confermati ma che potrebbero essere riconducibili a lui personalmente: uno di questi è un account del social popolarissimo proprio fra i millennials, ovvero Ask, dove Sandro Tonali risponde alle domande degli altri ragazzi e riconduce anche ad un profilo Facebook chiamato ‘Sandrino Tonali’ dove ci sono anche alcune fotografie personali di lui calciatore ancora bambino.

Non abbiamo conferma che siano davvero i suoi, ma è plausibile che siano gestiti dal ragazzo. In attesa di pagine ufficiali per i fan, che non tarderanno ad arrivare. Visto il modo in cui tratta il pallone presto avrà fanpage da migliaia di fan. Ne siamo certi.