Il centrocampista svizzero è arrivato in estate in prestito dall’Atalanta: a fine stagione tornerà a Bergamo, ma già sono diversi i club sulle sue tracce. C’è anche il Galatasaray

Si chiama Nicolas Haas, ha appena 22 anni (classe ’96), di professione fa il centrocampista ed è una delle note più liete di questa prima parte di stagione del Palermo. L’ex Lucerna, che in estate si è trasferito dall’Atalanta in rosanero con la formula del prestito, sta confermando di possedere un buonissimo destro, di essere particolarmente abile con il pallone tra i piedi e negli inserimenti senza palla. Tra le altre cose, la sua grande duttilità tattica permette al tecnico Stellone di impiegarlo in più ruoli: come centrocampista centrale, come mediano o addirittura nelle vesti di trequartista. Haas, inoltre, vanta già diverse presenze con la Nazionale svizzera Under 21 e presto potrebbe entrare anche nel giro di quella maggiore. Un profilo, insomma, da monitorare con attenzione. Ma vediamo adesso quale potrebbe essere il futuro del centrocampista originario di Surse.

Calciomercato Palermo Haas Atalanta Betis Werder Brema Galatasaray
Nicolas Haas @ Getty Images

Calciomercato Palermo, futuro Haas: la situazione

Haas tornerà sicuramente a Bergamo in estate, ma non sono escluse sorprese: lo stesso Palermo, ad esempio, potrebbe intavolare una vera e propria trattativa con l’Atalanta per provare a prenderlo a titolo definitivo e resta da capire quale sarà la decisione del club nerazzurro. Il giocatore vanta un buonissimo mercato anche all’estero e già in passato Betis Siviglia, Galatasaray e Werder Brema hanno provato a farsi avanti con una certa convinzione prima della sua firma con l’Atalanta. Attenzione, però, anche alle sirene provenienti dalla Serie A: diverse compagini del massimo campionato italiano, infatti, potrebbero chiedere informazioni sul conto di Haas e affondare il colpo per un centrocampista dal futuro assicurato. Il Palermo lo sa e proverà a tenerlo anche l’anno prossimo, ma l’affare si preannuncia complicato. Soprattutto perché c’è da superare la concorrenza di diversi club interessati alle prestazioni del ragazzo cresciuto nelle giovanili del Lucerna.