Alessandro Florenzi (Getty Images)

Il Crotone, squadra calabrese che gioca le sue partite in casa allo Stadio Ezio Scida, è stata una tappa di passaggio per molti giocatori diventati poi famosi in Serie A.

Rolando Mandragora è solo l’ultimo di una grande tradizione di calciatori che hanno fatto bene a Crotone, e poi si sono confermati in club di maggior spessore, grazie al calciomercato. Sarà l’aria meravigliosa della Calabria o l’atmosfera, caldissima, dello Stadio Ezio Scida, ma i giocatori, soprattutto quelli giovani, a Crotone si trasformano e diventanto pronti per il grande salto in Serie A. Uno su tutti, Alessandro Florenzi. L’attuale numero 24 della Roma, nonchè vice-capitano dei giallorossi, ha giocato per gli squali nella stagione 2011/2012, diventando anche il miglior giovane della Serie B, per poi approdare la stagione successiva nella Capitale, dove, guidato dalla sapiente mano di Zdenek Zeman, si è subito ritagliato un ruolo da protagonista. L’altro grandissimo passato per i rossoblu, è senza dubbio Federico Bernardeschi. L’attuale giocatore della Juventus, cresciuto nel vivaio della Fiorentina, nella stagione 2013/2014, ha realizzato 12 reti con gli Squali, collezionando ben 38 presenze.

Crotone, allo Scida i giovani crescono meglio: da Sansone a Cataldi

Ma non ci sono stati solamente Alessandro Florenzi e Federico Bernardeschi. Molti sono infatti i giovani passati per gli squali, due su tutti: Nicola Sansone e Danilo Cataldi. Il primo, ha giocato insieme a Florenzi nella stagione 2011/2012, accumulando ben 35 presenze, ad appena 21 anni, e totalizzando 5 reti. Cataldi invece, prodotto del settore giovanile della Lazio, a Crotone ci ha giocato con Bernardeschi fra il 2013 e il 2014, vestendo la maglia rossoblu anch’egli per 35 volte, ma stavolta con un gol in meno rispetto a Sansone, 4.

Giorgio Trobbiani