Cesena-Spezia, tabellino e pagelle del match

    ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:31
    Cesena
    Cesena

    CESENA SPEZIA PAGELLE TABELLINO – Ecco le pagelle e il tabellino di Cesena-Spezia:

    CESENA: (4-4-1-1) Agliardi; Perticone, Rigione, Esposito, Fazzi; Kupisz (35′ st Vita), Kone, Schiavone (30′ st Cascione), Dalmonte (42′ st Panico); Laribi; Jallow. A disp: Melgrati, Fulignati, Mordini, Eguelfi, Moncini, Maleh, Sbrissa, Farabegoli, Setola. All: Castori

    SPEZIA: (3-5-2) Bassi; De Col, Terzi, Ceccaroni; Vignali, Maggiore, Bolzoni (26′ st Gilardino), Acampora (1′ st Soleri), Lopez; Marilungo (15′ st Mastinu), Granoche. A disp: Saloni, Giani, Forte, Augello, Calabresi, Okereke, Masi, Figoli, Giuliani. All: Gallo

    ARBITRO: Marini di Roma.

    MARCATORI: 32′ pt Schiavone

    AMMONITI: Perticone, Cascione (C); Lopez, Maggiore (S)

    ESPULSI:

     

    PAGELLE

    CESENA

    Agliardi 6: Praticamente inoperoso, se non per il colpo di testa di Ceccaroni in cui si segnala attento. Concentrato per tutto il match.

    Perticone 6: Fluttua tra il centro e la fascia destra. Ci mette tutta l’esperienza che ha. Mastinu lo fa impegnare parecchio nella ripresa.

    Rigione 6,5: Chiude tutti e tutto. E’ spesso lui che risolve le situazioni più pericolose. Annulla Soleri e ingaggia un duello tutto fisico con Granoche. Molto bene.

    Esposito 6,5: Supporta al meglio i compagni della difesa. Non sbaglia nulla.

    Fazzi 6: Continua questa sua trasformazione da centrocampista a terzino, oggi a sinistra. Si disimpegna bene, rispondendo presente alla richiesta del suo allenatore. Rischia nel finale su Vignali in area di rigore.

    Kupisz 6: Fa il suo, non gli si può rimproverare impegno e dedizione. Certo, in fase offensiva si fa vedere poco, ma oggi va bene anche così.

    (35′ st Vita) s.v.

    Kone 5,5: Ha sbagliato praticamente tutto, soffre l’inferiorità numerica a centrocampo e lo si nota solo per i tanti errori. Spreca una chance a metà ripresa.

    Schiavone 6,5: Fino al gol non era stato molto preciso. Poi però si fa perdonare col gol dell’1-0 andando a sfruttare una respinta su corner. E’ un gol da tre punti.

    (30 ‘st Cascione) 6: Entra bene, pulito e ordinato, in difesa del vantaggio acquisito. Spende anche un giallo.

    Dalmonte 6,5: E’ molto attivo su quella fascia, pur senza brillare per guizzi offensivi. Però corre tantissimo e lo dimostra il fatto che esce coi crampi nel finale. Ha dato tutto.

    (42′ st Panico) s.v.

    Laribi 6: Castori lo riporta più avanti, dopo un inizio di campionato passato a fare il regista. Gioca dietro Jallow, ma non è così determinante come lo conoscevamo. Forse si è un po’ disabituato a questo ruolo. Gioca una partita comunque sufficiente, ma può certamente fare di più.

    Jallow 5,5: Ragazzo dalle grandi potenzialità fisiche e tecniche, l’impressione è che renda meglio sempre quando subentra piuttosto che quando gioca da titolare. Deve fare di più.

    All.: Castori 7: Torna e si vede. La squadra è la sua fotocopia: grintosa, determinata, senza mai mollare. Torna ai tre punti e ferma l’emorragia cesenate dell’ultimo periodo. Per il gioco ripassare più avanti, ma i tre punti sono oro colato.

     

    SPEZIA

    Bassi 5,5: Pesa quella respinta sul corner forse non troppo fatta bene che finisce sui piedi di Schiavone il quale ne ha approfittato per realizzare il gol partita.

    De Col 5,5: Lo Spezia attacca poco dalla destra e lui deve anche preoccuparsi di un Dalmonte molto attivo.

    Terzi 6,5: Guida con la sua solita saggezza la difesa che, tranne per quella disattenzione sul corner da cui nasce il gol di Schiavone, non rischia quasi mai.

    Ceccaroni 6,5: Si fa notare per avere un ottimo piede con cui spesso esce bene palla al piede dalla difesa e per un colpo di testa pericoloso in zona offensiva. Sarebbe comunque un difensore, anche se pure qui si disimpegna molto bene.

    Vignali 6,5: Un po’ a destra, un po’ al centro, un po’ dietro, un po’ davanti. Fa un po’ di tutto e lo fa bene, con qualità. Nel finale compie anche qualche errore. Ragazzo interessantissimo.

    Maggiore 6,5: Come Vignali. Ha qualità e le fa vedere, nel secondo tempo magari a sprazzi. Commette anche qualche errore, trova l’ammonizione, però si segnala per l’ottima qualità.

    Bolzoni 6: Una partita onesta. Si muove da mezz’ala nel primo tempo e nel secondo resta accanto a Maggiore, lasciando al giovane compagno le sortite difensive, fino alla sostituzione.

    (26′ st Gilardino) 5,5: Esordio con la maglia dello Spezia. Era molto atteso. Gioca 20′, ma non lo si vede mai, ben controllato dalla difesa cesenate. Ha bisogno ovviamente di tempo per ingranare.

    Acampora 6: Gioca un solo tempo poi esce all’intervallo per esigenze tattiche. Fin lì non aveva demeritato.

    (1′ st Soleri) 5: Non ci siamo. Troppo acerbo, troppo molle. Inconsistente. Non ripaga la fiducia di Gallo.

    Lopez 6,5: E’ come al solito l’ultimo a mollare. Ci mette la consueta ‘garra’, ma non solo quella, visto che è pericoloso in fase offensiva e spesso determinante in quella difensiva, come quel salvataggio sulla linea nel finale sul tiro-cross di Laribi.

    Marilungo 5,5: Gioca alle spalle di Granoche, ma non riesce ad imbeccarlo al meglio. Sostituito a inizio ripresa, applaudito dal pubblico di casa poiché un ex.

    (15′ st Mastinu) 6,5: Un ingresso interessante. Spacca la partita con le sue discese sulla sinistra che mettono in difficoltà la difesa cesenate.

    Granoche 6: Non segna da diversi mesi, è vero. Ma si sbatte dal primo all’ultimo minuto, cercando anche le sponde coi compagni. Ingaggia un duello con tutta la difesa del Cesena fin dall’inizio, ma non trova il guizzo giusto. Un 6 anche per il cuore che ci mette.

    All.: Gallo 6: E’ vero, esce dal Manuzzi con zero punti, ma presenta un buon Spezia e l’impressione è che la squadra lo segua e questo sia solo un incidente di percorso.