Verona-Varese, le pagelle del match del Bentegodi

Juanito Gomez

 

Ecco le pagelle di Verona-Varese:

VERONA

RAFAEL 6,5: Il Varese non conclude quasi mai in porta e allora lui si fa notare per le uscite alte e basse. Recuperato a tempo di record dopo l’infortunio patito nella gara col Livorno.

CANGI 6,5: Molto bene, spinge e difende alla stessa maniera. Forse qualche cross troppo lungo, ma è sempre presente e non fa rimpiangere lo squalificato Abbate.

MAIETTA 7,5: Ci ha preso gusto e come contro il Torino ha tirato fuori dal cilindro una rete da fantasista, con la palla a giro sotto l’incrocio. E in difesa non fa passare nessuno.

CECCARELLI 6: Chiude bene ogni varco e sta attento soprattutto a Granoche. Si arrende a un fastidio muscolare.

(dal 13′ st, MARECO) 6: Duella con Plasmati e si fa ammonire per un fallo di De Luca protestando anche tanto.

SCAGLIA 6: Solito contributo di esperienza e quantità. Non spinge quasi mai perchè il Varese è pericoloso negli esterni, ma dietro è insuperabile. Molto bene in una circostanza quando mette il fisico davanti a Granoche per non farlo colpire di testa da posizione ravvicinata.

JORGINHO 6: Meno qualità del solito, ma più sostanza. Nel primo tempo sfiora il gol con un grande esterno destro che sfiora l’incrocio dei pali a Bressan battuto.

TACHTSIDIS 6: Si sta specializzando sempre di più nel ruolo di regista questo ragazzo greco di proprietà del Genoa. Buoni anche i ripiegamenti in fase difensiva.

HALLFREDSON 6,5: E’ il motore della squadra, in fase offensiva tutte le azioni passano dai suoi piedi. Ha anche l’occasione giusta per segnare, ma calcia troppo centrale da ottima posizione.

BERRETTONI 5,5: Impreciso, fa perdere la pazienza ai compagni e al pubblico che comunque lo applaude al momento della sostituzione. Fa comunque un buon lavoro per la squadra.

(dal 28′ st D’ALESSANDRO) 6: Nei venti minuti che gioca, si fa vedere e fa vedere al mister che ci sa fare. Cerca il gol, non lo trova, rimane comunque un giovane interessante, anche se quest’anno ha avuto poco spazio, soprattutto da inizio gara.

FERRARI 7: Oltre al gran lavoro in zona offensiva, anche alcune buone iniziative e soprattutto il gran gol del 2-0, di forza, che chiude la partita.

(dal 38′ st, BJELANOVIC) s.v. : Potrebbe dire addio ai veronesi a fine stagione per tornare in Croazia. Ha l’opportunità nei pochi minuti che gioca di segnare, ma fallisce davanti a Bressan.

GOMEZ 7: Grande prova dell’argentino che fa ammattire la difesa varesina. Prova il tiro, cerca l’assist e trova il gol nel finale su rigore. Spina nel fianco per il Varese.

ALLENATORE, MANDORLINI 7: Vince e convince dopo qualche prova balbettante nell’ultimo periodo. Aggancia il Pescara al secondo posto e aspetta il risultato degli abruzzesi domani.

 

VARESE

BRESSAN 6,5: Prende tre gol, ma ne evita altrettanti e in uscita è sempre attento. Nelle reti veronesi può poco.

PUCINO 5,5: E’ il migliore dei suoi perchè vince il duello con Berrettoni, ma non può arginare tutti gli attacchi gialloblù.

TROEST 4,5: Fino al gol del 2-0 del Verona era da sufficienza. Poi è ingenuo sul gol di Ferrari, perde concentrazione e si da anche ammonire. Era diffidato.

TERLIZZI 5: Anche lui fino al 2-0 del Verona era stato attento, poi si perde e quasi regala il 4-0 a Bjelanovic.

GRILLO 5: Gomez è un brutto cliente e difatti lui va in difficoltà. Di spinta sulla fascia oggi neanche se ne parla…

RIVAS 5,5: Poco concreto in fase dell’ultimo passaggio o del cross finale. Non è aggressivo come al solito e risulta inconcludente.

(dal 28′ st MARTINETTI) 5,5: Non è solo colpa sua, ma il Varese si spegne dopo metà ripresa.

CACCIATORE 5,5: D’accordo l’espulsione per doppia ammonizione, ma è stato preziosissimo per la sua squadra in fase difensiva, da difensore prestato al centrocampo quale lui è.

KURTIC 6: E’ l’unico che prova a impensierire Rafael, seppur con tiri da fuori.

ZECCHIN 6: Più preciso e concreto di Rivas, le palle messe in mezzo da lui sono sempre pericolose.

GRANOCHE 6: Tanto movimento, qualche pericolo creato ai difensori veronesi, anche se è assistito poco dal compagno di reparto. Esce per infortunio.

(dal 10′ st DE LUCA) 6: Frizzante, si guadagna alcuni falli, ma di tiri in porta neanche l’ombra. E’ sicuramente più utile alla causa di Neto Pereira.

NETO PEREIRA 5: Forse è alle prese con i soliti problemi fisici che lo attanagliano, fatto sta che non combina nulla e non offre nessun aiuto a Granoche prima e De Luca poi. Sostituito a metà ripresa.

(dal 21′ st PLASMATI) 5,5: Ingaggia un duello fisico con Mareco, ma senza essere particolarmente pericoloso.

ALLENATORE, MARAN 5,5: Brutto stop che non pregiudica la corsa ai playoff. Il punto che manca se lo dovrà conquistare all’ultima giornata contro la Sampdoria.

di Marco Orrù

 

Notizie Correlate

Commenta