Gubbio-Pescara, le pagelle del match al Barbetti. Verratti, Sansovini e Insigne, i moschettieri per la Serie A

Queste le pagelle della sfida tra Gubbio e Pescara:

GUBBIO (3-4-1-2):

Farabbi, 6,5 – esordio in serie B ottimo per il giovane portiere classe 91. Giornata di grande lavoro e lui si fa trovare pronto mostrando anche personalità.
Almici, 6 – bene quando spinge sulla destra a centrocampo ma poi soffre quando il Pescara attacca. Dal 74mo dentro Buchel, SV.
Cottafava, 6 – solito lavoro in area a cercare di arginare come può le insidie degli attaccanti del Pescara.
Caracciolo, 6 – soffre la velocità degli attaccanti pescaresi e quando può ricorre al fallo. Duella con Immobile quando gravita dalle sue parti.
Benedetti, 6 – cerca di fare il possibile come tutti i suoi compagni di reparto.
Mario Rui, 6.5 – una grande partita in fase difensiva senza mai riusicre ad attaccare.
Boisfer, 5.5 – primo tempo di sofferenza perchè il Pescara attacca e si chiude bene.
Al 63mo entra Sandreani, SV.
Obiora, 5.5 – come Boisfer soffre il possesso palla del Pescara e non riesce ad illuminare il gioco.
Guzman, 5 – nel primo tempo non si vede mai. Nella ripresa prova a far qualcosa ma fa fatica. Dall’82mo dentro Lofquist, SV.
Graffiedi, 5.5 – ci mette tanto impegno ma non arrivano palloni giocabili e fa fatica.
Ciofani, 6 – stesso discorso per Graffiedi attacca lo spazio ma non basta.

A disposizione: Marinelli, Briganti, Sandreani (63), Raggio Garibaldi, Lofquist (82), Ragatzu, Buchel (74).

Allenatore: Apolloni 5.5 – Il suo Gubbio ci mette il cuore ma contro lo strapotere del Pescara non può nulla. La certezza Farabbi unica nota lieta di giornata.

PESCARA (4-3-3):

Anania, SV – sempre inoperoso se suda è solo per il gran caldo.
Balzano, 6.5 – solita grande spinta a destra diventa un ‘ala aggiunta è costantemente una minaccia per gli avversari. Al 67mo entra Zanon, 6.5 – entra subito nel vivo del gioco è suo l’assist per il raddoppio del Pescara firmato Insigne.
Romagnoli, 6 – nel primo tempo è poco impegnato ma mostra sempre sicurezza.
Nel secondo prende un cartellino giallo ma mai in sofferenza.
Capuano, 6 – anche lui non soffre per via della steriltà offensiva del Gubbio.
Bocchetti, 6.5 – dopo Padova altra buona prova del laterale mancino.
Nielsen, 6.5 – la sua solidità è una certezza per il centrocampo di Zeman.
Dall’86mo dentro Gessa, – SV.
Verratti, 7 – illumina come sempre il gioco del Pescara, con le sue geometrie è tutto più facile.
Cascione, 6.5 – prezioso e essenziale, Cascione è l’anima del centrocampo pescarese.
Caprari,6.5 – giornata di grazia per lui che regala imprevedibilità e classe.
Al 73mo entra Sansovini, 7 – entra e subito ha il merito di trovare il vantaggio con un’azione caparbia nella quale ci crede da vero bomber.
Immobile,6.5 – lotta come un leone e gli manca solo il gol.
Insigne, 7 – il genio che non sai mai come poter fermare, solito grande movimento in una giornata in cui lui la porta sembrava stregata fino al gol del 2-0, tecnicamente meraviglioso.

A disposizione: Cattenari, Zanon (67), Soddio, Sansovini, Brisco, Maniero, Gessa (86).

Allenatore: Zeman 7 – Il boemo ha molti meriti se il suo Pescara travolge l’avversario come fa di questi tempi. I meriti ci sono nell’aver creduto in giocatori che arrivavano dalla Lega Pro e per una condizione atletica dei suoi che sembra quella giusta per la Serie A.

Notizie Correlate

Commenta