Reggina-Padova, le pagelle del match: Ruopolo man of the match

Stadio Granillo

Queste le pagelle del posticipo Reggina-Padova della 23ma giornata di Serie Bwin

REGGINA:

P.Marino: 5, sbaglia nettamente sul gol di Ruopolo, battezza male la traiettoria del pallone e permette all’attaccante del Padova di andare in rete.

Freddi: 5, sembrava poter bagnare l’esordio con una sufficienza. Attento e puntuale tranne nell’azione del 3-1 dove lascia solo Ruopolo che prende la mira indisturbato. Poi sbaglia snche contro Hallenius che gli prende il tempo e vola a segnare il 4-1. Ammonito nel finale per fallo di frustrazione.

Cosenza: 5, sui palloni alti dovrebbe svettare su tutti ma sul secondo gol si perde Legati che di testa serve l’assist a Cuffa per il raddoppio del Padova.

A.Marino: 6, serata tranquillo per lui che si limita all’ordinario.

D’Alessandro: 6, è giovane ma sa bene quello che deve fare. Dei suoi è uno dei migliori per impegno e tenacia.

De Rose: 6, lotta in mezzo al campo e cerca sulla trequarti di aprire varchi per i suoi ma manca nella parte conclusiva delle azioni.

Montiel: SV , sostituisce De Rose nella ripresa, gioca mezz’ora ma non si segnala mai se non per un’ammonizione nel finale.

Rizzo: 6, tutto tranquillo dalle sue parti e lui si limita all’ordinario. Cresce legegrmente nella ripresa.

Ragusa: SV , entra a 12 dalla fine al posto di Rizzo,

N.Viola: 6.5, una punizione da antologia con il mancino regala qualche sorriso a Gregucci, ma deve prendere di più per mano la squadra.

Rizzato:6, dei suoi è quello che insieme a Nico Viola può fare la differenza ma il 3-5-2 non sembra un modulo adatto alle sue caratteristiche.

Ceravolo:5.5, da uno come lui ci si aspetta di più ma nel primo tempo non incide. Sempre troppo distante dal compagno di reparto e questo non aiuta.

Campagnacci: 6, nel primo tempo non arrivano palloni e la sua prova risulta soporifera. Nella ripresa svaria sul fronte offensivo e mette in mostra le sue qualità ma senza trovare il gol.

Alessio Viola: SV, entra a 12 dalla fine al posto di Campagnacci,

A disposizione: Kovacsik, Angella, Colombo, Castiglia, Montiel 2t, Viola A. 2t, Ragusa 2t.

All. Gregucci: 5.5, si ostina con la difesa a tre. Pochi palloni per le punte e troppo spesso Ceravolo e Campagancci giocano distanti l’uno dall’altro senza mai cercarsi.

PADOVA:

Pelizzoli:6, inoperoso in tutto il primo tempo prende un gol su punizione che forse poteva calcolare meglio nonostante Viola abbia calciato in modo splendido.

Donati: 6, tutto tranquillo sulla sua fascia di competenza, risolve la pratica in modo reattivo e con ordine.

Trevisan: 6, serata tranquilla per i due centrali biancorossi che non sofforno mai gli avanti della Reggina.

Legati: 6.5, stesso disocorso fatto per Trevisan, ma Legati ha il dono di aver servito a Cuffa l’assist per il raddoppio dei veneti.

Renzetti: 6.5, sulla fascia si disimpegna come al solito con equilibrio è suo il traversone che l’estremo amaranto calcola male e vale come assist per l’1-0 di Ruopolo.

Jidayi: 6, ordine e disciplina in mezzo al campo, lavora per proteggere la difesa e corre molto.

Marcolini: 6, anche l’ex Chievo corre e lotta in mezzo al campo e quando può prende per mano il centrocampo biancoscudato.

Cuffa: 6.5, solito lavoro spasmotico, abile negli inserimenti e si vede sul raddoppio.
Al posto giusto al momento giusto sul 2-0. Bene anche in fase di contenimento.

Osuji: SV, entra al posto di Cuffa a 8 dalla fine

Ruopolo: 7.5, sul gol ci mette il guizzo dell’uomo d’ara. Legge bene il pallone che arriva sul secondo palo e fa gol. Bravissimo sul secondo gol personale a trovare un angolo impossibile per Marino. Una doppietta che lo elege man of the match!

Hallenius: 6.5, fa molto movimento e si segnala nel breve per la buona tecnica. Veloce palla al piede ma si vede che non è una prima punta e ogni tanto si spegne. A dieci dalla fine prende il tempo a Freddi e segna il 4-1 con un sinistro teso e forte.

Cutolo: SV, sostituisce Hallenius a 8 dalla fine.

Drame: 6, anche lui fa molto movimento e cerca di sfruttare la sua potenza, sfiora il gol con il suo mancino ma Marino manda in angolo.

Lazarevic: 6.5, entra al 64mo al posto di Drame. Gli bastano 5 minuti per entrare nel vivo del match che offre il pallone del 3-1 a Ruopolo.

A disposizione: Perin, Schiavi, Franco, Portin, Osuji 2t , Lazarevic 2t, Cutolo 2t.

All. Dal Canto: 6.5, il suo 4-3-3 funziona anche a Reggio. Nonostante le assenze riesce a disegnare una squadra solida e veloce nelle ripartenze. Soffre leggermente nella rispresa ma poi si gioca la carta Lazarevic e si vede.

Notizie Correlate

Commenta