La Juventus lascia l’Inter a mani vuote: colpo in attacco

La Juventus è pronta a pianificare lo scambio che può mandare ko l’Inter di Simone Inzaghi: ecco l’attaccante

31 giornate di campionato ed è la Cremonese a dominare la classifica di Serie B, dopo la convincente vittoria dei grigiorossi in casa della Spal. Sette squadre in otto punti, in un torneo cadetto sempre più combattuto e pronto a regalare ancora sorprese da qui alle ultime giornate di campionato. In attesa che, da giugno, le società possano dedicarsi al calciomercato estivo ed i relativi colpi tra acquisti e cessioni. Con le big di Serie A pronte ad influenzare le operazioni in vista dell’anno prossimo.

Zanimacchia Juventus Inter Raspadori
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Tra queste la Juventus, decisa a vivere una vera e propria rivoluzione per poter tornare ai vertici in Italia ed Europa. Tra le priorità di Allegri c’è l’assalto ad un nuovo attaccante, a maggior ragione dopo che nelle scorse ore l’ad Arrivabene ha ufficializzato l’addio a zero di Dybala a fine stagione. Uno dei nomi caldi per la ‘Vecchia Signora’ è ormai da tempo in cima alla lista anche dell’Inter: si tratta di Giacomo Raspadori.

Colpaccio Raspadori: la carta vincente della Juventus

Zanimacchia Juventus Inter Raspadori
Giacomo Raspadori ©LaPresse

Il gioiello del Sassuolo ha fino a questo momento accumulato 30 presenze con 9 reti e 5 assist vincenti, con il contratto in scadenza il 30 giugno 2024 ed una valutazione vicina ai 25-30 milioni di euro. La Juventus è pronta a sprintare per Raspadori e a superare l’Inter, grazie ad un dei suoi gioielli che tanto bene sta facendo in Serie B.

Si tratta di Luca Zanimacchia, esterno d’attacco 23enne che con la Cremonese sta dimostrando tutto il suo valore: 7 reti e 5 assist in 31 apparizioni stagionali. Zanimacchia può quindi rappresentare la pedina giusta per assicurare ad Allegri Raspadori.

Zanimacchia Juventus Inter Raspadori
Luca Zanimacchia ©LaPresse

L’idea di strappare il talento neroverde all’Inter, che sta lavorando da tempo all’approdo del gioiello di scuola Sassuolo alla corte di Inzaghi, intriga non poco i vertici juventini.