Parma-Buffon, cambia tutto: la nuova avventura del portiere

Buffon potrebbe lasciare Parma a fine stagione. Il portiere classe ’78 nel mirino di club esteri e non solo per il futuro

Dopo il ritorno trionfale, a fine stagione Gianluigi Buffon potrebbe decidere di lasciare la “sua” Parma: tutto dipende dal futuro del club ducale, sempre più lontano dall’obiettivo della promozione in Serie A.

Serie B Monza Pisa Ternana Parma Reggina Spal Ascoli
Parma-Ternana © LaPresse

Potrebbero separarsi le strade del Parma e di Gianluigi Buffon: il matrimonio concretizzatosi la scorsa estate potrebbe finire al termine della stagione in corso. Una stagione che vede un Parma a dir poco sottotono: i crociati, dopo la sconfitta interna con la Ternana, sono sempre più lontani dall’obiettivo promozione, soprattutto se si pensa al salto diretto in Serie A.

LEGGI ANCHE >> Pisa, Puscas incanta tutti: ci pensano i club di Serie A

Un obiettivo, quello della promozione in Serie A, decisivo per la permanenza in gialloblu di diversi calciatori, tra cui proprio Gianluigi Buffon, il quale difficilmente resterebbe in terra emiliana per un’altra stagione in cadetteria. Del resto, se l’ex Juventus decidesse di mettersi ancora in gioco, le proposte non mancherebbero, anzi.

Buffon Parma
Buffon Parma ©La Presse

Calciomercato Parma, sirene estere per Buffon

In caso di mancata promozione in Serie A, dunque, Gianluigi Buffon potrebbe lasciare Parma. Il portiere classe ’78 potrebbe decidere di mettersi ancora in gioco accettando le proposte provenienti da campionati esteri, tra cui la Major League Soccer. Occhio anche all’ipotesi di un trasferimenti negli Emirati Arabi Uniti.

LEGGI ANCHE >> Clamoroso Balotelli: passaggio alla Juventus, spunta l’indizio

Discorso simile per il trequartista argentino Franco Vazquez: il classe ’89 ha tanti estimatori e nel caso in cui il Parma non dovesse riuscire nell’impresa promozione, potrebbe decidere di lasciare i ducali. L’ex Palermo potrebbe finire nel mirino di alcuni club di Serie A o alcune neopromosse: occhio, in tal senso, a Sampdoria, Bologna, Lecce e Cremonese.