Trapani, Biabiany: “Adoro le sfide difficili. Salvezza? Restano tante gare da giocare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:27

L’attaccante Jonathan Biabiany ha parlato nel corso della sua conferenza stampa di presentazione come nuovo giocatore del Trapani

Trapani Biabiany conferenza stampa presentazione
Jonathan Biabiany (YouTube)

Queste le parole di Jonathan Biabiany durante la conferenza stampa di presentazione come nuovo attaccante del Trapani: “Sono contento di essere qui e ringrazio la società per l’opportunità. Spero di dare il meglio per raggiungere gli obiettivi – ha esordito, come si legge su ‘GoalSicilia.it‘, rassicurando poi sulla sua conduzione essendo arrivato il francese da calciatore svincolato – Mi sono allenato da solo in questi mesi senza squadra. Sto bene, starà al mister decidere ma spero di raggiungere il 100% al più presto possibile“.

Sul sì al club granata: “Ho voluto prendere questa sfida, adoro le sfide difficili. Ho grandissima voglia di giocare e mi piacciono le cose toste. Ho fatto ieri il primo allenamento, da quello che ho visto mi sembra un buon gruppo perché c’è entusiasmo nonostante il momento”. Sulla sua posizione in campo: “Non ho ancora parlato col mister di tattica, ma sono qua e sono a disposizione. Posso giocare da esterno sia a destra che a sinistra ma anche da seconda punta. Dove rendo meglio è l’ala destra, ma posso adattarmi, ripeto“.

LEGGI ANCHE —> Calciomercato Trapani, nel mirino lo svincolato Silvestre

Trapani, Biabiany: “Proposta accettata perché amo le sfide. Salvezza? Centriamo qualche vittoria per uscire dalla zona calda”

Sulla sua discesa dalla Serie A: “Non sono quel tipo di calciatore che scende di categoria e si sente superiore, io sono a disposizione del mister e dei miei compagni. Ho aspettato una chiamata dalla massima serie, ma ero fermo da tanto tempo e come dicevo prima amo le sfide e per questo ho accettato la proposta del Trapani“.

Per tutte le notizie più importanti della giornata CLICCA QUI!

Sull’obiettivo salvezza in Serie B: “Conosco la classifica, ma restano tante partite da giocare. Basta centrare qualche vittoria e sei già fuori dalla zona calda, sicuramente bisogna ragionare partita dopo partita“.

L.M.P.