Le favorite del torneo cadetto, passato e futuro, la lotta scudetto. Questi alcuni dei temi contenuti nell’intervista rilasciata in esclusiva a SerieBnews.com da Marco Baroni, ex tecnico, tra le altre squadre, di Benevento e Frosinone

Marco Baroni (Getty Images)
Marco Baroni (Getty Images)

Primi turni di Serie B, indicazioni?

“Ci sono delle squadre che in questo momento giocano con una veemenza tale che possono mettere in difficoltà quelle più blasonate. Rientra nella norma in questa fase iniziale della stagione. Piano piano poi i valori verranno fuori e alle squadre retrocesse spetta di diritto il ruolo di favorite. Poi ci sono compagini come Benevento, Cremonese, Salernitana, Perugia e lo stesso Crotone, che hanno organici importanti. Sarà un campionato combattuto”.

Intanto al momento l’Entella è sola in vetta alla classifica…

“L’Entella ha approcciato benissimo al campionato, tra l’altro il suo tecnico Boscaglia conosce molto bene la categoria e questo favorisce. Se dovessi indicare una sorpresa, direi il Pisa, squadra solida che gioca con attenzione per tutti i 90 minuti. Ci sono stati in passato dei casi di neo promosse che poi sono salite in Serie A, vedi Spal e Benevento”.

Benevento che lei portò ad una storica promozione, poi non riuscì a salvarla e fu esonerato. Stesso destino, ma in una situazione diversa, nella passata stagione a  a Frosinone. Qualche rimpianto?

“No. Le neo promosse difficilmente riescono a colmare il divario tecnico con le squadre della massima serie perché trovano una montagna spesso invalicabile, quindi due su tre retrocedono. Esonerare un tecnico che non ottiene risultati fa parte della cultura italiana, non ho rimpianti. A Frosinone invece sono subentrato quando la situazione era compromessa”.

Sei pronto per tornare in “pista”?

“Sempre, c’è grande voglia di tornare, aspetto come è normale che sia. In questo momento ci si aggiorna, ho fatto un viaggio in Inghilterra”.

La scorsa estate ti ha cercato qualcuno?

“No, anche perché quando ho risolto il mio contratto con il Frosinone, molte panchine erano già sistemate”.

Le ultime news sul campionato cadetto: CLICCA QUI!

Serie A, ESCLUSIVO Baroni su Sarri e lotta scudetto

Leggi anche – Serie B, ESCLUSIVO Novellino: “Ecco le mie favorite. Futuro? Aspetto una chiamata”

Sulla panchina della Juventus Primavera hai vinto il Torneo di Viareggio e la Coppa Italia, quindi conosci molto bene l’ambiente bianconero. Sarri è da Juve? 

“Sarri ha fatto tanti punti con il Napoli, poi è andato al Chelsea e ha vinto subito. Credo che abbia bisogno di un po’ di tempo, anche se a noi allenatori nel danno poco. Sono convinto che alla fine l’ex tecnico dei Blues farà bene”.

Da giocatore hai vinto uno scudetto con il Napoli di Maradona. Quest’anno vedi più Ancelotti o Conte come anti-Juve per lo scudetto?

“Sicuramente in questo momento l’Inter ha raggiunto il Napoli a livello di valori. Sono due grandi squadre con giocatori e allenatori importanti. Se la giocheranno alla pari, sperando che la Juventus possa lasciare qualcosa per strada. Quest’anno credo che sarà un campionato più aperto”.

Q.G.