Spezia, Scuffet: “La Turchia? Speravo di tornare in Italia, ringrazio il club”

Spezia, Simone Scuffet è pronto e carico per il suo ritorno in Italia e rivela: “All’estero sono cresciuto tanto, voglio riscattarmi qui. Ringrazio la società!”

Scuffet Spezia
Scuffet (Getty Images)

Quando fece il suo debutto in Serie A, con la maglia dell’Udinese, nella stagione 2013-2014, sembrava destinato a grandissime cose. E invece, la parabola di Simone Scuffet è stata sempre più discendente. Dopo l’incredibile no all’Atletico Madrid di Diego Simeone, la carriera del portiere classe 1997 è andata sempre più a rilento. Piano piano, il giovane Scuffet ha iniziato a perdere tranquillità e certezze, e di conseguenza minuti e presenze in campionato.

Neanche la parentesi di Como nel 2015-2016 è riuscito a tirarlo su definitivamente. Un lento calo di rendimento, che lo ha portato la stagione scorsa in Turchia con la maglia del Kasimpasa, dove il portierino azzurro ha raccolto a malapena 11 presenze stagionali. Eppure, nonostante tutto, un club come lo Spezia ha voluto puntare fortemente su Scuffet, nella convinzione che la Serie B possa rappresentare la categoria giusta per rilanciare la sua ancora lunghissima carriera.

Per tutte le notizie di mercato sulla Serie B CLICCA QUI!

Spezia, Scuffet: “Ringrazio il club per avermi riportato in Italia”

Una fiducia che lo stesso Simone Scuffet ha avvertito sin dal suo primo minuto allo Spezia, come raccontato ai microfoni di ‘Tuttosport’: “Sono contentissimo di essere qui. Ringrazio davvero tanto il club per avermi riportato in Italia – rivela il giovane portiere – Sapevo che un giorno le porte del campionato italiano si sarebbero riaperte per me”. D’altronde, la lontananza da casa non è stata facile da gestire, come spiega Scuffet: “All’estero è stato difficile, ma sono cresciuto molto. La Turchia è stata un’esperienza valida, l’ho presa come tale. Ho sempre sperato di rientrare nel nostro paese. Il futuro? Si costruirà mano a mano, bisogna sempre far tesoro di tutte le esperienze che si presentano. Anche quelle negative”.

A.M.