Alla Salernitana Ventura sta già facendo impazzire i tifosi, che sperano ora in grandi cose. Ma il tecnico ha spiegato il motivo per cui è giunto in granata

Salernitana Ventura
Giampiero Ventura (Getty Images)

Con due vittorie su due gare di Serie B fin qui disputate, il percorso di Giampiero Ventura con la Salernitana è iniziato nel migliore dei modi. La tifoseria del club campano è naturalmente entusiasta del lavoro fin qui svolto dall’ex tecnico della Nazionale, ed ora sogna anche il grande passo verso la Serie A. Ma a provare a tenere alta la concentrazione è lo stesso allenatore, che durante la trasmissione Ottogol, in onda sul canale 696 Ottochannel, ha dichiarato: “Non punto alla serie A. Sono venuto qua per due motivi: per ricostruire e per riportare gente allo stadio. È ovvio che se la gente torna allo stadio vuol dire che ci sarà continuità di rendimento ma soprattutto di risultati. Però, visto l’anno scorso, ora non possiamo ipotizzare di competere per la serie A”.

LEGGI ANCHE —> Serie B, ESCLUSIVO Pochesci: “Non alleno per colpa del sistema”

Salernitana Ventura: “Benevento club da vertice”

Soffermandosi sulla prossima sfida di campionato, quella del derby contro il Benevento, ha poi detto: “Ho grande rispetto, è una squadra che può competere per il vertice. E’ allestita per la serie A e soprattutto parte già da una base molto forte. Se l’anno scorso la promozione è sfuggita, quest’anno ci riproverà”.

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Ventura, nella sua nuova avventura in Serie B, riabbraccia un suo vecchio pupillo, Alessio Cerci, che potrebbe avere la prima convocazione proprio contro il Benevento: “Gli faccio i complimenti – ha detto l’allenatore -ma viene da due anni e mezzo in cui è stato fermo e quindi deve recuperare. Ci sta mettendo grandissimo impegno e ha già dimezzato i tempi. Speriamo che il prima possibile possa tornare a dare una mano”. Su Sofian Kiyine, che si è infortunato a Cosenza ed è fortemente a rischio per il derby, infine Ventura ha detto: “Ha tante qualità su cui non si discute. E’ un giocatore serio, che vuole imparare e crescere. Può tornare in serie A e fare bene anche alla Lazio“.

M.D.A.